Vediamo quando è necessario presentare l’autocertificazione Covid per la scuola, dove si trova il modello e cosa fare in caso di assenza.

L’anno scolastico 2021-2022 è appena iniziato o sta per partire a giorni in alcune regioni, ma i punti da chiarire restano ancora tanti. Uno di questi riguarda l’autocertificazione Covid da presentare a scuola: in cosa consiste, dove si trova il modello e quando deve essere presentata? Vediamo le regole da tenere presenti per il rientro a scuola e come comportarsi in caso di assenze.

Autocertificazione Covid per rientro a scuola

Nei casi in cui il bambino si assenti da scuola per il rientro sarà necessario che il genitore o chi detiene la responsabilità genitoriale dell’alunno compili un’autocertificazione. L’autodichiarazione sarà necessaria sia per le strutture educative dell’infanzia che per le scuole primarie e secondarie, in base alle disposizioni regionali e alle direttive delle singole scuole. In ogni caso l’autocertificazione sarà necessaria sia per le assenze per motivi non di salute (ad esempio esigenze familiari) che nel caso in cui l’assenza sia dovuta a motivi di salute non sospetti per Covid.

Rientro a scuola
Rientro a scuola

In quest’ultimo caso sarà necessario dichiarare che nel periodo dell’assenza non si siano presentati sintomi compatibili col virus. Se però le assenze da scuola si prolungheranno oltre i 3 giorni dovrà essere presentato un certificato medico che accerti la patologia ed escluda anche che i sintomi siano riferibili al Covid-19. Nel caso in cui l’assenza sia per sospetto Covid, invece, sarà necessario effettuare un tampone e presentare la relativa attestazione medica di percorso diagnostico Covid in caso di esito negativo per poter rientrare a scuola. I moduli per l’autocertificazione sono richiedibili all’istituto e in genere sono disponibili sui siti dei singoli istituti o sul sito dell’ufficio scolastico regionale.

Scuola e obbligo di Green Pass

Ricordiamo inoltre che con le ultime disposizioni il Green Pass è obbligatorio anche per i genitori che accompagnano o vanno a riprendere i figli a scuola. L’obbligo non si applica, invece, a bambini e studenti, ad eccezione di chi segue un percorso formativo degli Istituti tecnici superiori. L’obbligo per i maggiori di 12 anni, invece, si applica per tutte le attività al chiuso come centri sportivi e piscine.

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 15-09-2021


Green Pass e scuola, scatta l’obbligo anche per genitori

A cosa serve e quando si ricorre alla procreazione assistita