L’anemia è la malattia del sangue più diffusa. Quali sono i sintomi e la cura? Vediamo se ci sono anche rimedi naturali efficaci.

Malattia del sangue più diffusa al mondo, l’anemia è la patologia che vede una massiccia carenza di globuli rossi. Questi ultimi, essendo in minoranza, non riescono a trasportare ossigeno in quantità sufficiente a soddisfare i bisogni di tutti i tessuti del corpo. Vediamo quali sono i sintomi e la cura e se ci sono rimedi naturali efficaci.

Anemia: sintomi e segni

Che cos’è l’anemia? E’ la malattia del sangue più diffusa al mondo ed è caratterizzata dalla diminuzione del numero di globuli rossi e/o del contenuto in emoglobina, ovvero la proteina che trasporta l’ossigeno nel sangue. Può essere causata da diversi fattori, così come può essere sia temporanea che cronica. Secondo le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, una persona si definisce anemica quando i suoi valori di emoglobina nel sangue sono inferiori a 13,4 g/dL nell’uomo e 12 g/dL nella donna. Nella fase iniziale, questa patologia può essere asintomatica. Con il trascorrere del tempo, però, compaiono i primi sintomi. Questi sono:

  • stanchezza;
  • pallore della pelle e delle mucose;
  • tachicardia;
  • affanno respiratorio;
  • dolori localizzati al petto;
  • vertigini;
  • problemi cognitivi;
  • mani e piedi freddi;
  • mal di testa (cefalea o emicrania).

Per quanto riguarda anemia e cause, come già sottolineato queste possono essere diverse. Ci sono alcuni fattori, infatti, che predispongono alla malattia. Dalla carenza di vitamina B12 alla mancanza di ferro, passando per i disturbi intestinali come la celiachia, le mestruazioni troppo abbondanti, l’insufficienza epatica e la gravidanza.

Alimenti ricchi di ferro
Alimenti ricchi di ferro

Anemia e mal di testa: cure e rimedi naturali

E’ bene sottolineare che l’anemia grave o la forte anemia può essere diagnosticata soltanto da un medico. Sono diverse, infatti, le tipologie di questa malattia. Quelle più diffuse sono: anemia mediterranea, anemia da carenze, anemia sideropenica, anemia falciforme e anemie emolitiche. Per quel che riguarda le cure, questa patologia prevede interventi mirati, inerenti lo stile di vita e i farmaci. Soltanto in casi più gravi si opta per terapie endovenose. La prima cosa da fare, quindi, è affidarsi ad un buon medico e seguire le sue direttive.

In ogni caso, tutte le persone anemiche, sia in condizioni croniche che temporanee, devono rivedere l’alimentazione e preferire una certa tipologia di alimenti. Gli specialisti consigliano di mangiare cibi che contengono acido folico (agrumi, banane, verdura a foglia verde e legumi), vitamina B12 (carne, latticini, cereali, soia e crostacei), vitamina C (melone, frutti di bosco, broccoli, peperoni e pomodori) e ferro (carne, legumi, cereali, vegetali a foglia verde e frutta secca).

ultimo aggiornamento: 26-07-2021


Cos’è la neurodermite e come può essere trattata

Cause e sintomi tipici della dermatite atopica