Alain Delon colpito da un ictus: le condizioni del regista

Alain Delon colpito da ictus: a riposo in Svizzera

Il noto attore e regista Alain Delon – 83 anni – è stato colpito da un ictus. Dopo la paura iniziale, adesso le sue condizioni si sarebbero stabilizzate.

Dopo aver ricevuto la Palma d’oro alla carriera al Festival di Cannes, si è tornato a parlare di Alain Delon per un problema fisico che ha preoccupato la stampa internazionale e i milioni di fan che da sempre lo seguono. Ad estate appena iniziata, molti magazine come Closer e Voici avevano fatto sapere che il regista è stato colpito da un ictus e da un’emorragia cerebrale. Le sue condizioni, nelle settimane successive, sembrerebbero essersi stabilizzate, come ha raccontato il figlio Anthony

Alain Delon colpito da un ictus

La notizia era stata arginata per non creare il caos e per permettere alla famiglia di Alain Delon di dedicarsi esclusivamente al regista e alla sua guarigione.

Già a giugno, infatti, si era vociferato di un ricovero a seguito di vertigini e lievi mal di testa, probabilmente causati dall’aritmia di cui soffre. La conferma, però, è arrivata dal figlio maggiore Anthony Delon che, durante un’intervista a l’Agence France-Presse, ha fatto sapere che per tre settimane il padre è stato ricoverato in terapia intensiva presso l’ospedale di Parigi Pitié-Salpétriere.

Alain Delon
Alain Delon

Tutti sono stati al suo capezzale e hanno fatto sì che ritornasse nel pieno delle sue condizioni fisiche.

Come sta Alain Delon?

Passato il peggio, la famiglia ha deciso di trasferirlo in una rinomata clinica privata in Svizzera, dove risiede la figlia Anouchka: vicino a lui giorno e notte, l’attrice si occupa del padre e tiene informati costantemente il resto dei parenti.

Come ha fatto sapere Anthony, le funzioni vitali di Alain Delon sono perfette e le sue condizioni si sono stabilizzate. Sta visibilmente meglio, ma per una ripresa perfetta ha bisogno di un po’ di sano e meritato riposo: per questo motivo è stata scelta una clinica privata specializzata, anche se non è stato comunicato il nome della struttura per garantire la giusta privacy.

ultimo aggiornamento: 09-08-2019

X