Adriano Celentano ha scritto una lettera a Fabrizio Corona dopo aver assistito alle scioccanti immagini del suo arresto.

Fabrizio Corona è attualmente sotto osservazione al reparto psichiatrico dell’ospedale di Niguarda, dove è stato portato dagli agenti delle forze dell’ordine a causa delle ferite che lui stesso si è procurato al momento dell’arresto. Le scioccanti immagini di Fabrizio Corona coperto di sangue e trattenuto dagli agenti hanno fatto il giro dei social nei giorni scorsi, e dopo Belen e Nina Moric anche Adriano Celentano ha deciso di esprimere la sua solidarietà verso l’ex Re dei paparazzi.

“(…) Sono rimasto profondamente colpito nel vedere il dolore e la disperazione di una madre che, aggrappata alla tua giacca, piangeva e ti supplicava di stare calmo. (…) Sulla tua persona… tu hai fatto tante str***ate nella vita… la più grossa e direi la più pericolosa, è quella di aver indotto i giudici a darti una punizione spropositata”, ha scritto il Molleggiato nella sua lettera condivisa via social.

Adriano Celentano: la lettera a Fabrizio Corona

Adriano Celentano si è schierato dalla parte di Fabrizio Corona dopo le crude immagini dell’arresto. Come lui nei giorni scorsi anche Belen Rodriguez, ex compagna di Fabrizio Corona, aveva affermato che ci sarebbe stato “accanimento” da parte della giustizia italiana nei confronti dell’ex Re dei paparazzi. La madre di Corona, Gabriella Privitera, aveva invece affidato ai social un suo duro sfogo dopo aver assistito in prima persona all’arresto del figlio.

Adriano Celentano Fabrizio Corona
Adriano Celentano Fabrizio Corona

“Forse è ora che la politica, anziché intraprendere affari con quei paesi che fanno sparire le persone tagliandole a pezzi, dica qualcosa sull’arrangiamento-giustizia”, ha scritto Celentano esprimendo la sua solidarietà verso l’ex Re dei paparazzi.

Le condizioni di Fabrizio Corona

Dopo gli atti autolesionisti da lui commessi in segno di protesta all’arrivo delle forze dell’ordine, Corona si sarebbe ferito con una penna biro anche mentre si trovava in ospedale e lì avrebbe iniziato lo sciopero della fame e della sete chiedendo di poter parlare con il Tribunale di Sorveglianza. I suoi legali hanno espresso preoccupazione per le sue condizioni di salute e intanto, sui social, ha preso il via una petizione per chiedere che Corona non torni in carcere.


Mediaset stoppa Maria De Filippi: nessuno dei suoi programmi in onda oggi

Elettra Lamborghini, un altro tragico lutto: “Non ho pace”