Acqua di San Giovanni: la leggenda, come si prepara e i benefici

L’acqua di San Giovanni è curativa: cosa dice la leggenda e come si prepara

L’acqua di San Giovanni Battista avrebbe veri poteri benefici e curativi: come funziona, quando e come si prepara per un risultato magico?

Nella notte del 23 giugno si respira una vera magia spirituale nell’aria. Infatti, secondo la leggenda, nella serata che precede la nascita dell’apostolo protettore si prepara la cosiddetta acqua di San Giovanni. Essa serve a raccogliere la rugiada degli Dei ed ha poteri benefici e curativi. In più, assicura tanta fortuna, amore e salute a chi la utilizza. Scopriamo allora nel dettaglio la leggenda e come si prepara per un risultato davvero efficace!

24 giugno, San Giovanni

La leggenda fa ricadere al 23 giugno la notte magica dedicata all’apostolo Giovanni Battista. Il collegamento si riscontra con il solstizio d’estate che, il 21 di giugno, rappresenta il giorno più lungo dell’anno. Con esso si da il via alla bella stagione ma… attenzione perché è proprio quando la natura è così splendente che le calamità possono distruggere tutto! Infatti i rischi di siccità, distruzione del raccolto, temporali estivi o malattie delle piante sono sempre in agguato.

rugiada acqua
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/rose-wild-rose-fiore-rose-rosa-1519145/

Ecco il motivo del rito propiziatorio e spirituale della notte di San Giovanni. Si tratta di preparare, la sera prima della sua nascita, l’acqua per raccogliere la rugiada degli Dei. Questo gesto simboleggia l’allontanamento delle avversità ed è davvero potente.

Dona fortuna, prosperità, amore nonché benessere e salute per chi la utilizzerà. Poco male, vero? Perfetto, allora scopriamo subito come si prepara al meglio!

Come si prepara l’acqua di San Giovanni Battista

Preparare l’acqua di San Giovanni è davvero molto semplice in quanto non esiste una regola precisa. Il segreto è quello di lasciarsi ispirare dal momento raccogliendo erbe e fiori che più ci aggradano e ci danno piacere. Di solito, in base al periodo, si scelgono malva, artemisia, lavanda, fiori di iperico oppure menta, rosmarino e salvia. Una volta raccolte al tramonto, come vuole la tradizione, si lasciano all’esterno in una ciotola piena d’acqua.

misticanza fiori erbe
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/modello-erbaccia-rosso-campo-verde-1955528/

Questa misticanza di erbe e fiori selvatici raccoglierà la rugiada del mattino e si riempirà dei poteri curativi degli Dei. Infatti, la leggenda vuole che nella suddetta notte gli Dei facciano passare i nuovi nati sotto forma di rugiada. Ecco il motivo della magia, ecco la forza della spiritualità in azione. Infine, la mattina del 24 quest’acqua viene utilizzata per lavare viso, mani e collo in un vero rito purificante che porterà amore, benessere e salute!

Fonte immagine di copertina: https://pixabay.com/it/photos/bloom-fiore-decorazione-flora-1836628/. Fonte immagini interne: https://pixabay.com/it/photos/rose-wild-rose-fiore-rose-rosa-1519145/ -https://pixabay.com/it/photos/modello-erbaccia-rosso-campo-verde-1955528/.

ultimo aggiornamento: 23-06-2019

X