A Roma una società si ispira alla nota serie coreana “Squid Game” e ricostruisce i giochi mortali che lo caratterizzano: i partecipanti però non muoiono sul serio.

A Roma il sogno di molti di vivere realmente gli Squid Game si realizza. Una società traendo ispirazione dalla serie coreana campione di successi, ripropone i giochi mortali con tutte le dinamiche che rivediamo in TV, senza però che i concorrenti muoiano sul serio, naturalmente.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

A Roma “Squid Game” prende vita

Una società di eventi nella capitale ricostruisce in ogni minimo dettaglio le dinamiche di Squid Game, la serie tv di Netflix che ha avuto un enorme successo. I giocatori vengono prelevati con delle vetture in un punto ignoto e portati all’aperto in un campo. Ci sono le guardie con le tute rosse e i partecipanti si affrontano in 1,2,3, Stai là, Il Calamaro, Tiro con la fune e tutti i giochi mortali proposti nella serie coreana. Questa iniziativa è nata proprio dal successo social della serie e dal voler creare un’esperienza emozionale e adrenalinica per i partecipanti. William Bertozzi, Art director di E20 Service, in un’intervista riportata da Today svela: “Non posso spoilerare niente. É basato molto sul divertimento fisico ed emozionale, lo possiamo chiamare emozionale la cosa. Dobbiamo far sì che le persone non si sentano a loro agio prima di tutto, quindi buttate in un campo, pensano di andare al ristorante e non ci vanno, pensano di parcheggiare e non parcheggiano, pensano di avere la macchina quando hanno finito e non ce l’hanno“.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 23-11-2021


Cowboy Bebop: trama, cast e trailer

Anticipazioni Le Iene puntata 23 novembre: conduttrici e ospiti