22 Febbraio: si festeggia la Cattedra di San Pietro

Il Principe degli Apostoli ricordato nel suo ruolo di primo pontefice

chiudi

Caricamento Player...

22 Febbraio: si festeggia la Cattedra di San Pietro, che fino al 1960 era celebrata due volte, di cui una a Gennaio.

Cos’è la Cattedra di San Pietro?

Attualmente colleghiamo il nome di cattedra a una pesante scrivania. In origine invece il nome cathedra si riferiva principalmente al seggio vescovile, ossia al trono riservato ai vescovi: da qui il nome che poi, con il tempo, è andato ad indicare sia lo scranno vero e proprio sia l’intera composizione scultorea del Bernini, volta a inglobare ed esaltare il piccolo trono in trionfo di stucchi d’oro e bianchi.
Per quanto comunemente sia conosciuto come l’originale primo seggio di San Pietro in Roma, il seggio ospitato in San Pietro risale all iX secolo dopo Cristo e fu donato al pontefice da Carlo il Calvo, Re dei Franchi che si recò a Roma per farsi incoronare dalle mani del Papa. La Cattedra di San Pietro è considerata alla stregua di una reliquia e ne esiste una copia più recente nel tesoro di San Pietro.

22 Febbraio: si festeggia la Cattedra di San Pietro

La festività della Cattedra di San Pietro è volta a celebrare l’elezione, se così si vuol dire, di Pietro a Principe dei Discepoli. Con questo titolo tradizionale si indica la preferenza con il quale lo stesso Cristo elevò Pietro al di sopra degli altri discepoli affidandogli la costruzione e la reggenza della sua Chiesa.
La festività fu introdotta nel III secolo dopo Cristo e fino al IX secolo si celebrò due volte: la prima il 18 di Gennaio, la seconda il 22 Febbraio. La doppia festività ricordava che Pietro non fu vescovo soltanto di Roma: al contrario egli sedette per la prima volta su una cattedra vescovile ad Antiochia, capitale dell’Oriente. Da qui Pietro fece partire la sua prima opera di evangelizzazione e soltanto in un secondo momento si diresse a Roma.
La data di Febbraio era ricollegata alla celebrazione della cattedra di Antiochia, quindi nel tempo le venne conferito un peso secondario, mentre alla festa di Gennaio, ricondotta alla cattedra Romana, venne attribuito un peso maggiore.
Nel 1960 molte feste doppie o secondarie vennero cancellate dal calendario liturgico, e si stabilì che la Cattedra di San Pietro dovesse essere celebrata soltanto il 22 di Febbraio, poiché la Cattedra di Antiochia fu realmente la prima del Principe degli Apostoli.
In epoca Medievale la festa della Cattedra di Pietro ribadiva con forza il primato della Chiesa di Roma su tutte le altre chiese cristiane del mondo, quindi indirettamente l’importanza e l’infallibilità della figura del pontefice.