Yari Carrisi è stato giudicato colpevole e condannato dal tribunale per aver augurato la morte a Barbara D’Urso via Instagram.

Lo scorso 21 aprile, Yari Carrisi aveva augurato la morte alla conduttrice Barbara D’Urso via Instagram. Per questo suo comportamento, il figlio di Al Bano e Romina Power è stato giudicato colpevole e condannato dal tribunale. A rendere pubblica la notizia è il sito Trash Italiano, che spiega anche i motivi che hanno portato i giudici a prendere questa decisione.

Yari, all’epoca dei fatti, aveva giustificato il suo ‘augurio’ sottolineando che si stava riferendo alle trasmissioni della conduttrice e non a Barbara D’Urso in persona. Le sue parole non avevano convinto nessuno e se Carmelita è arrivata a denunciarlo significa che neanche lei gli aveva creduto.

Yari Carrisi condannato: le offese a Barbara D’Urso

Barbara D’Urso deve morire“, questo è il messaggio che Yari scriveva su Instagram lo scorso aprile. Il motivo che lo aveva spinto ad esprimere sui social la sua rabbia era legato ad un servizio che Carmelita aveva mandato in onda in uno dei suoi programmi. Nello specifico, la conduttrice aveva ipotizzato un riavvicinamento tra Al Bano e Loredana Lecciso che, in quel momento, stavano condividendo la quarantena imposta dall’emergenza Coronavirus.

Yari, da sempre molto legato alla madre Romina Power, aveva vissuto questo “scoop choc” come una mancanza di rispetto nei confronti della sua famiglia. Per questo motivo, quindi, aveva augurato la morte alla D’Urso.

Yari Carrisi
Fonte Foto: https://www.instagram.com/yaripower/

Oggi è stato emesso il decreto penale di condanna che dichiara colpevole l’imputato Yari Carrisi, la cui responsabilità è stata accertata in sede penale, per aver leso la reputazione e l’onore di Barbara d’Urso mediante l’utilizzo dei social network“, scrive Trash Italiano.

Yari Carrisi: la giustificazione delle offese

All’epoca dei fatti, Yari Carrisi aveva provato a giustificarsi dicendo di aver commesso un errore: l’augurio di morte non era rivolto alla D’Urso, ma alle sue trasmissioni. Le sue parole, però, avevano scatenato l’ira di tanti haters, sempre presenti quando si parla della conduttrice più impegnata di Mediaset. Sarebbe stato proprio il sostegno degli odiatori seriali ad aver convinto Barbara a depositare la denuncia nei confronti del figlio d’arte. Al momento, i diretti interessati non hanno commentato la vicenda.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Barbara D'Urso Yari Carrisi

ultimo aggiornamento: 17-10-2020


La Regina Elisabetta torna alla vita pubblica ma senza mascherina: è polemica

Corona viola la quarantena? Nina Moric chiama il 112, lui la definisce “psicopatica”