Ecco chi è l’arcivescovo Wilton Gregory, originario di Chicago, il primo cardinale afroamericano della storia americana.

Wilton Gregory, questo è il nome del primo cardinale afroamericano negli Stati Uniti. Annunciato da Papa Francesco, come uno dei nuovi 13 cardinali, Gregory sarà il primo prelato afroamericano negli USA. La decisione di Papa Francesco, pur non sorprendendo del tutto visto che aleggiava già nell’aria da un po’, segna comunque un momento storico non indifferente. Non è la prima volta che il Papa introduce delle novità ecclesiastiche significative, basti pensare alle modifiche apportate al Padre Nostro.

Anche in questo caso, ci troviamo di fronte ad una svolta decisiva. Per quanto riguarda la Chiesa Cattolica negli Stati Uniti, infatti, i rappresentanti della comunità afroamericana sono sempre stati in numero inferiore. Scopriamo, quindi, chi è l’arcivescovo Wilton Gregory, nominato dal Papa come primo cardinale afroamericano negli USA.

Chi è Wilton Gregory, il primo cardinale afroamericano

Wilton Gregory è originario di Chicago e, dopo aver frequentato il seminario in Illinois si è anche trasferito per un periodo a Roma. Proprio qui al Pontificio Ateneo Sant’Anselmo, Gregory, ha conseguito il suo Dottorato in Liturgia. Nel 2019 fu nominato arcivescovo di Washington, ma già prima si era sentito parlare di lui.

Papa Francesco
Papa Francesco

Prima di Washington, Gregory è stato arcivescovo Metropolita di Atlanta a partire dal 2004. È stato proprio durante questo incarico che l’arcivescovo si iniziò a distinguere per le sue idee. Da sempre, infatti, Gregory è stato uno dei membri della Chiesa cattolica a mostrare una politica molto rigida nei confronti degli abusi sui minori, contro il razzismo e aperto nei confronti delle comunità LGBT+.

Gregory e l’incarico di Arcivescovo di Washington

Nel 2019, Gregory subentrò nel ruolo di arcivescovo Metropolita di Washington in sostituzione del Cardinale Donald William Wuerl. Il cardinale Wuerl diede le dimissioni dopo essere stato coinvolto in uno scandalo che riguardava proprio gli abusi sui minori. Nella fattispecie fu accusato di non aver gestito adeguatamente la situazione emersa in seguito alla pubblicazione di un dossier stilato in Pennsylvania.

Fu proprio Papa Francesco ad affidare questo delicato ruolo a Gregory e la nomina avvenne il 4 aprile del 2019. Quasi a sottolineare l’importanza storica dell’evento la data coincise proprio con l’anniversario della morte di Martin Luther King, avvenuta nel 1968. Anche se di norma tutti gli arcivescovi della capitale sono destinati a diventare Cardinali, la nomina di Gregory segna ugualmente una svolta decisiva.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Costantino della Gherardesca nominato Ambasciatore Culturale della Corea

Halloween, ecco i termini inglesi da conoscere della notte più spaventosa dell’anno