Halloween è alle porte e per l’occasione è bene conoscere i termini inglesi utilizzati nella notte più spaventosa dell’anno.

Il 31 ottobre si festeggia Halloween, ricorrenza che ha un incredibile seguito negli Stati Uniti e in tutti i paesi anglosassoni, tanto da diventare addirittura la celebrazione più importante dopo il Natale. Da qualche anno a questa parte, inoltre, si festeggia anche in Italia, dove quest’anno sarà vissuta in modo decisamente diverso dato che, come stabilito dal Dpcm del 25 ottobre, si dovrà restare nella propria abitazione. Nonostante ciò resta comunque una festa molto amata dai bambini e per questo motivo è bene non farsi trovare impreparati. Ecco quindi i termini inglesi da conoscere della notte più spaventosa dell’anno.

Halloween: tra paganesimo, cristianesimo e leggenda

Mummie, zombie e vampiri, sono i protagonisti indiscussi della notte di Halloween. Molto apprezzata dai bambini, che si divertono a trascorrere una notte all’insegna di scherzi e dolcetti, vi sono alcuni termini inglesi che bisogna assolutamente conoscere. Proprio in questo ambito ci viene in aiuto Cambridge Assessment English, lo storico ente certificatore del livello di lingua inglese, che ha reso noto il significato e alcune curiosità delle parole tipiche della notte più spaventosa dell’anno.

Partiamo proprio dal nome Halloween. Ebbene, dovete sapere che questa parola deriva dal termine scozzese Allhallow-even, ovvero Eve of All Saints, la Vigilia di Ognissanti. Secondo alcuni studiosi, quindi, ha origini cristiane, dato che la religione Cattolica festeggia il 1° novembre la festa di tutti i santi. Altri studiosi, invece, ritengono che abbia origini pagane e derivi dalla tradizione celtica.

Una leggenda, inoltre, narra che l’’origine della parola Halloween possa essere ritrovata nel racconto macabro Jack o’ Lantern. Si tratta della storia di un uomo di nome Jack condannato dal diavolo a vagare per il mondo esclusivamente di notte. Tale personaggio, come unica fonte di luce, poteva utilizzare appunto una lanterna creata da una zucca scavata in modo tale da contenere una candela all’interno. Dato che in inglese scavare si dice “to hallow”, ecco derivare il termine Halloween.

Zucche Halloween
Zucche Halloween

Da dolcetto o scherzetto a ghost, i termini che bisogna conoscere

La notte di Halloween è molto amata dai bambini in quanto possono passare di casa in casa pronunciando la famosa frase “dolcetto o scherzetto“, ovvero “Trick or treat“. Una tradizione che sembra avere origine nel Medioevo quando i mendicanti bussavano la notte di Ognissanti per chiedere del cibo in cambio di una preghiera. Chi rifiutava riceveva una maledizione.

Da non dimenticare, poi, il termine spooky, che significa spettrale, spaventoso e inquietante. Un aggettivo che descrive alla perfezione la notte di Halloween. Per finire non possiamo non citare la parola ghost, ovvero fantasma. Questo termine trova le sue origini nelle antiche lingue germaniche occidentali, dove il termine gaistaz, da cui deriva, veniva utilizzato per indicare degli esseri soprannaturali.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19

TAG:
halloween

ultimo aggiornamento: 27-10-2020


Papa Francesco nomina il primo cardinale afroamericano degli USA

Il Collegio 5: le anticipazioni della prima puntata