Che cos’è il Wagatha Christie? Caso giudiziario che coinvolge le mogli dei calciatori inglesi, sta canalizzando l’attenzione di fan e media.

In Inghilterra si fa un gran parlare del Wagatha Christie, il processo giudiziario che coinvolge le mogli di due calciatori inglesi, Coleen Rooney e Rebekah Vardy, rispettivamente consorti di Wayne Rooney e Jamie Vardy. Le donne hanno iniziato una battaglia legale che sta appassionando sempre più persone, specialmente i fan della celebre scrittrice Agatha Christie.

Wagatha Christie: che cos’è?

Il termine Wagatha Christie indica il dossier giudiziario che vede battersi in tribunale Coleen Rooney e Rebekah Vardy. Il nome è stato scelto con un gioco di parole tra Wag (wives and girlfriends), utilizzato per indicare le moglie e le fidanzate dei calciatori, e Agatha Christie, celebre scrittrice di romanzi gialli. Il motivo di questo nominativo tanto strano? Semplice: Coleen si è comportata come una vera e propria investigatrice.

Il tutto ha avuto inizio nel 2017, quando la signora Rooney si è resa conto che la stampa pubblicava notizie sul suo conto strettamente riservate. La donna le aveva rivelate solo alle amiche più intime, per cui ha subito capito che una di loro stava facendo la spia. Le sue indagini private sono andate avanti fino al 2019, quando ha finalmente compreso che c’era lo zampino di Rebekah.

Coleen, per arrivare alla verità, ha limitato le amicizie su Instagram, lasciando attiva solo la rivale. Ha poi pubblicato Stories del tutto inventate e, poco dopo, le ha viste spiattellate sulla stampa. Ad aver visualizzato i suoi post social, ovviamente, era stata solo la signora Vardy.

Perché il processo appassiona gli inglesi?

Quando Rooney ha scoperto che a tradirla era stata Vardy l’ha sbugiardata sui social, condividendo tutte le prove. Il litigio ha appassionato i fan ed è stato subito ribattezzato con l’hashtag #WagathaChristie. Nel febbraio 2020, Rebekah ha accettato un’ospitata in tv e ha incolpato l’ex amica di averle procurato diversi ricoveri in ospedale a causa dello stress. A questo punto, Coleen l’ha trascinata in tribunale con l’accusa di diffamazione. La causa, fino ad oggi, ha riservato diversi colpi di scena, compresi una serie di messaggi che la Vardy avrebbe spedito alla sua agente con ripetute offese nei riguardi della rivale. La difesa, a questo punto, ha replicato in modo assurdo: il telefono dell’assistita è caduto nel Mare del Nord mentre la donna si trovava in barca. Pertanto, addio ulteriori indagini. I fan, ormai affezionati al Wagatha Christie, aspettano il prossimo colpo di scena.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 18-05-2022


Dalla casa da sogno di Giulia Valentina al lusso sfrenato dei Ferragnez e di CR7: dove abitano i vip

Franco Battiato, la sua casa diventa un museo: Villa Grazia sarà dedicata alla musica