“Volete sposare mio marito?”, la commovente lettera di una malata terminale

Amy Krouse Rosenthal aveva il cancro e sapeva di avere poco tempo da vivere. Prima che fosse troppo tardi, però, ha voluto assicurarsi che suo marito fosse felice: ecco la commovente lettera che ha scritto.

chiudi

Caricamento Player...

La storia della scrittrice Amy Krouse Rosenthal, 52enne di Chicago, ha fatto il giro del mondo. Amy aveva il cancro e poco tempo da vivere, troppo poco da passare ancora con suo marito Jason.

Per questo aveva deciso di scrivere una lettera e pubblicarla sul New York Times, prima di lasciare questo mondo (è scomparsa il 14/03). Nella lettera, Amy, presenta al mondo l’uomo di cui si è follemente innamorata 26 anni fa, nella speranza di trovare una donna che si innamori di lui e che gli regali la felicità che si merita.

La lettera di Amy, malata terminale

Sto cercando di scrivere queste righe da un po’, ma la morfina e la mancanza di cheeseburger saporiti (sono passate cinque settimane senza che mangi del cibo vero) mi hanno privato di energia e hanno interferito con la mia abilità di scrittura. Eppure, devo farlo, perché sono di fronte a una scadenza“.

Lettera al marito

Così inizia la lettera di Amy, che prosegue raccontando la sua storia: “Sono stata sposata con l’uomo più straordinario che ci sia per 26 anni. Pensavo di rimanerci insieme almeno per altri 26. Volete che vi racconti un scherzo di cattivo gusto? Marito e moglie vanno al pronto soccorso in tarda serata, il 5 settembre 2015. Poche ore e qualche test dopo, il medico chiarisce che il dolore insolito che la moglie sente sul lato destro non è appendicite, ma cancro ovarico“.

L’improvvisa scoperta della malattia ha cambiato per sempre la vita di Amy, che aveva dovuto annullare ogni suo progetto. Eppure, voleva continuare a pensare al futuro, quello di suo marito.

Un uomo bellissimo, un artista, un padre modello e un marito perfetto, di cui lei si era innamorata subito, dopo un appuntamento al buio. “Se siete alla ricerca di un ideale compagno di viaggio, Jason è il vostro uomo“, aggiungeva.

Ovviamente, Amy avrebbe voluto avere più tempo da passare con suo marito, ma non lo ha avuto. Perché ha scritto una lettera? “Perché spero che la persona giusta legga questa lettera, trovi Jason, e inizi un’altra storia d’amore. .

Lascio questo spazio vuoto intenzionale di seguito come un modo di dare a voi due il nuovo inizio che vi meritate“. Un gesto che forse poche donne avrebbero fatto.