La vera amicizia? È quella che nasce da un colpo di fulmine

La vera amicizia esiste e c’è un modo facile per riconoscerla: nasce da un colpo di fulmine, proprio come l’amore, lo dice la scienza.

chiudi

Caricamento Player...

La vera amicizia esiste e spesso nasce, come l’amore, con un colpo di fulmine. A dirlo è una ricerca scientifica pubblicato nel 2009 su Nature, di cui ha parlato di recente il magazine Marieclaire.

Il team di ricercatori autori dello studio, ha evidenziato come bastino pochi secondi al nostro cervello per classificare la persona che abbiamo di fronte e decidere se può essere nostra amica o meno. Vediamo meglio perché.

Che cos’è e come nasce la vera amicizia

Vera amicizia

Gli scienziati hanno individuato due aree del cervello che si attivano quando incontriamo una persona sconosciuta: l’amigdala, che regola le emozioni, e la corteccia cingolata posteriore, responsabile della memoria. La dottoressa Karla Starr ha spiegato a Psychology Today che non appena vediamo una persona estranea, decidiamo quale comportamento tenere nei suoi confronti. “Stabiliamo a quanta distanza tenerci o se vogliamo che entri a far parte della nostra cerchia”, ha spiegato.

Kelly Campbell, professoressa di psicologia presso la California State University, ha aggiunto: “Quando si incontra per la prima volta una persona non ci rendiamo conto di quanti micro giudizi riusciamo a produrre. In un decimo di secondo raccogliamo un’enorme quantità di informazioni necessarie per capire se questa persona soddisferebbe o meno le nostre esigenze, o semplicemente, se stimolerebbe emozioni o piacere l’averla accanto”. In pratica, l’amicizia è tutta una questione di chimica, proprio come l’amore. Un’altra caratteristica in comune con l’amore è che non sempre questo colpo di fulmine è reciproco, purtroppo.

Lo studio è molto utile anche per capire se l’amicizia tra uomo e donna è davvero possibile. “Quando c’è differenza di genere spesso si innescano emozioni più complesse come il desiderio sessuale. – ha spiegato la Campbell – Fin dall’infanzia le ragazze sono educate a socializzare tra di loro, a fidarsi di loro. Le connessioni con il mondo dei ragazzi arrivano soltanto in seguito”. Insomma, a quanto pare per quanto riguarda l’amicizia, un colpo di fulmine è possibile solo tra persone dello stesso sesso, con il sesso opposto è tutta un’altra storia.