Valeria Marini: pancino sospetto e nozze in arrivo?

Valeria Marini sfoggia un pancino sospetto e intanto dice: “Voglio creare una famiglia. Patrick è un regalo del mio angelo custode”

chiudi

Caricamento Player...

Valeria Marini è sempre stata celebre per le sue giunoniche forme: stavolta però, come svela Leggo.it, a far parlare di lei sarebbe un sospetto pancino che l’attrice sembra sfoggiare con orgoglio. La showgirl è legata da qualche mese al suo amico di vecchia data Patrick Baldassarri e, stando alle rivelazioni di Diva e Donna, starebbe pianificando le nozze per quest’estate. Le nozze si dovrebbero tenere a Pietralcina, paese natale di Padre Pio, a cui lei e il fidanzato sono devoti. Tra Valeria e Patrick la scintilla sarebbe scoccata tre mesi fa, anche se l’amicizia che li lega è di lunga data.

“Formare una famiglia è sempre stato il mio sogno”. E, stando alle amiche, Valeria è incinta

Dopo un pellegrinaggio in Vaticano, la coppia vorrebbe organizzare le nozze.

“Considero Patrick un regalo del mio angelo custode: è un uomo meraviglioso che mi dà serenità” ha detto al settimanale che riporta le rivelazioni di alcune amiche della Marini, secondo le quali l’attrice sarebbe in dolce attesa.

“Per me formare una famiglia è sempre stato un sogno, un obiettivo fondamentale: ora voglio dedicare quanta più energia possibile a realizzarlo”.

I tanti amori di Valeria Marini e il matrimonio con Cottone

Prima di Patrick, Valeria Marini ha avuto una lunga relazione, che tramonterà irrimediabilmente, con Vittorio Cecchi Gori, produttore cinematografico.

Il 5 maggio 2013 sposa l’imprenditore Cottone nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli a Roma, dal quale però si separa dopo nemmeno un anno di matrimonio.

La Sacra Rota lo ha in seguito dichiarato nullo perchè Cottone era già sposato ma Marina, di quel matrimonio e dei suoi figli non sapeva nulla.

L’incontro tra la Marini e Cottone era avvenuto a Villa Certosa, durante una serata con Patty Pravo e Gigi D’Alessio. Nell’agosto del 2014 inizia una relazione con Antonio Brosio.