Il calendario mese per mese del vaccino Covid-19: quali sono le categorie che avranno la priorità nella campagna di vaccinazione contro il Coronavirus.

Il 27 dicembre 2020 è una data destinata a restare nella storia. Si tratta del giorno in cui è iniziata in Europa la distribuzione del vaccino contro il Covid-19. Un primo passo per uscire dall’incubo. La domanda che tutti si pongono adesso è però: quando toccherà a noi? La vaccinazione prevede infatti varie tappe, e un calendario che darà la precedenza a determinate categorie sociali, tra cui gli operatori sanitari e le persone più anziane. Scopriamo insieme chi si vaccinerà nei prossimi mesi.

Il calendario del vaccino Covid-19

C’è una gerarchia chara nel calendario di distribuzione del vaccino contro il Covid-19. Si darà priorità ovviamente alle categorie e ai soggetti più rischio. Ecco perché a gennaio toccherà a medici, infermieri, operatori sociosanitari, degenti nelle Rsa e persone con età superiore agli 80 anni. Stesse categorie saranno protagoniste nei mesi di febbraio e marzo.

Coronavirus Vaccino
Coronavirus Vaccino

Le prime ‘nuove’ categorie dovrebbero essere introdotte ad aprile, quando toccherà ai pazienti con patologie croniche a rischio e immunodeficenza, e soprattutto al personale scolastico a rischio over 60. Questa fase della campagna di vaccinazione dovrebbe proseguire anche per i mesi di maggio e giugno.

Con l’arrivo dell’estate, verrà completata la distribuzione presso il personale scolastico, e si inizieranno a vaccinare le persone con patologie croniche a medio rischio e i lavoratori delle forze dell’ordine. Luglio, agosto e settembre sono i mesi previsti per completare questo ulteriore blocco.

L’ultimo trimestre dell’anno, composto dai mesi ottobre, novembre e dicembre, sarà invece destinato al completamento della copertura vaccinale sul resto della popolazione, senza alcun vincolo di età o di condiizoni di salute.

Vaccino Covid-19: le categorie che hanno priorità

Come si può facilmente evincere dal calendario, dunque, sono tre le categorie che hanno priorità nel piano di vaccinazione: gli operatori sanitari e sociosanitari, in prima linea nella lotta alla malattia e esposti al più grande rischio di contagio; i residenti delle Rsa e il personale addetto ai presidi residenziali; le persone di età avanzata, la fascia più a rischio in caso di contrazione della malattia.

Per quanto riguarda le informazioni principali sul vaccino, va ricordato che sarà gratuito e garantito a tutti (a differenza di quello antinfluenzale). Inoltre, come segnalato dal Ministero della Salute, il Comirnaty, ovvero il vaccino Pfizer/Bionthec approfato da EMA, attualmente non è raccomandato per i bambini di età inferiore ai 16 anni. Per la popolazione pediatrica si attendono dunque ulteriori studi.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

coronavirus

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 28-12-2020


Frasi per lo stato di WhatsApp: ecco le citazioni più belle!

Liliana Venuto racconta il suo viaggio a #VoceDonna: “Amarsi è il messaggio, senza focalizzarsi sul numero di taglia”