Il vaccino Astrazeneca è raccomandato per gli over 60 ma in realtà è stato autorizzato sin da subito per tutte le persone dai 18 anni in su.

Il vaccino Astrazeneca è raccomandato per gli over 60 ma in realtà è stato autorizzato sin da subito per tutte le persone dai 18 anni in su. Attualmente in Italia il vaccino AstraZeneca viene somministrato prevalentemente alle persone che hanno superato i 60 anni ma, come la stessa circolare del Ministero datata 7 aprile 2021, il vaccino “E’ approvato dai 18 anni in su, ma raccomandato per gli over 60”. Si tratterebbe dunque di una raccomandazione e per quanto riguarderebbela seconda dose, sempre la circolare aggiunge che “In virtù dei dati ad oggi disponibili, chi ha già ricevuto una prima dose del vaccino Vaxzevria(AstraZeneca), può completare il ciclo vaccinale col medesimo vaccino”.

Vaccino Astrazeneca: dai 18 anni in su

Il Vaccino AstraZeneca è per tutte le fasce d’età, l’importante è essere over 18 ed anche Francesco Paolo Figliuolo, il commissario per l’emergenza Covid, ha affermato che si sta considerando di estendere, “sulla base degli studi, la somministrazione del vaccino AstraZeneca anche alla classe di età under 60 anni. Questa decisione è scaturita dopo una consultazione l’Istituto Superiore di sanità, il Comitato tecnico scientifico e l’Agenzia italiana del farmaco.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Covid-19
Covid-19

“Ne sto parlando con Istituto superiore di sanità, con il Comitato tecnico scientifico e con l’Agenzia italiana del farmaco” ha dichiarato Figliuolo che ha poi anche sottolineato l’importanza di “impiegare tutti i vaccini”. Fra questi anche AstraZeneca, “Che viene consigliato a determinate classi ma l’Ema dice che va bene per tutti. Ci sono effetti collaterali ma sono infinitesimali. Se non impieghiamo tutti i vaccini il ritmo della campagna non raggiunge gli obiettivi nei tempi prefigurati”.

AstraZeneca, rischi e benefici

Per quanto riguarda il vaccino AstraZeneca è stata proprio L’Ema a pubblicare uno studio in cui si sono stati esaminati i rischi e benefici del vaccino per ogni fascia di età ma in linea generale il rapporto pare aver confermato che i benefici sono nettamente superiori al rischio di essere colpiti dalla rara forma di trombosi.


Il biossido di titanio non è sicuro come additivo alimentare: l’Efsa lo boccia

I cambiamenti climatici potrebbero segnare… la fine del caffè!