Albenga da scoprire: tra le bellezze della città delle cento torri

Nel cuore della Liguria l’Albenga da scoprire. La città accoglie il turista tra storia, presente, mare, spiagge e bellezze senza tempo.

Viaggio nell’Albenga da scoprire. Si tratta di una città molto affascinante. A caratterizzarla, non a caso, venti torri rosse e prestigiosi edifici di epoca medievale. Accanto a molte case e palazzi è inoltre sovente trovare una torre. Da qui la denominazione città delle cento torri. Parecchi anni fa, circa 2400, la stessa sorgeva in zona collinare ma non per sempre. I Romani, infatti, la distrussero per poi ricostruirla in pianura.

Venne distrutta anche dai Goti e dai Vandali. Fu l’imperatore Costanzo III a ricostruirla. La città fu inoltre parte del regno sardo. Fu poi capoluogo di provincia prima di passare sotto Savona.

Le bellezze della città di Albenga

Sono davvero tante le bellezze che si possono ammirare visitando Albenga. Da scoprire ed assaporare una ad una per entrare nel vivo dell’atmosfera propria della città. Ecco quelle da non perdere.

-Museo Diocesano: Ci troviamo nel Palazzo Vescovile. Qui il visitatore potrà trovare epigrafi, sculture altomedievali oltre a materiale ceramico. Di grande fascino, inoltre, la presenza di argenti e codici miniati.

Civico Museo Ingauno: Collocato al piano terreno della Torre Comunale e del Palazzo Vecchio del Comune. Esso conserva reperti che documentano la storia della civiltà dell’antica Album Ingaunum (città degli Inaguni) e della romana Albinagunum. Questi i nomi antichi di Albenga. Essa era infatti capitale degli Ingauni che si allearono con Annibale.

Museo Navale Romano: Lo troviamo nel Palazzo Peloso Cepolla, sede del Centro sperimentale di archeologia sottomarina. Al suo interno è presente una ricca e pressoché unica raccolta di reperti .

Questi sono stati recuperati nel 1950 dalla nave Artiglio e risalgono al carico di una nave romana affondata davanti ad Albenga. Il visitatore potrà trovarvi anfore, oggetti di bordo e materiali vari frutto delle ricerche effettuate nelle zone limitrofe all’isola Gallinara.

Battistero paleocristiano del quinto secolo: Si tratta di una costruzione complessa caratterizzata da svariati capitelli ed archi. Ad arricchire il tutto la presenza di uno splendido mosaico bizantino che regala fascino.

Il mare di Albenga

A caratterizzare la zona balneare di Albenga, spiagge con sabbia fine che si unisce alla ghiaia. Il tratto è lungo quasi un chilometro e mezzo e prevede zone attrezzate con lettini e ombrelloni ed altre libere. La parte più affascinante è però quella che si trova nella zona della foce del fiume Centa. Da qui si può godere di una splendida vista sull’isola di Gallinara.

Quest’ultima si trova sulla riviera di Ponente e dista 1,5 chilometri dalla costa dalla quale è separata da un canale profondo 12 metri. Essa costituisce la Riserva Naturale Regionale dell’Isola di Gallinara.

Proprio la Spiaggia Fronte Isola ospiterà sabato 27 luglio una tappa del Jova Beach Party. Le dimensioni e gli spazi consentiranno infatti di allestire il Villaggio previsto per la super festa in spiaggia di Jovanotti ricca di intrattenimento, giochi e tanta musica.

Albenga da scoprire e da amare. Un luogo meraviglioso dove trascorrere vacanze all’insegna della bellezza senza tempo dei suoi monumenti ed edifici e godersi il mare in tutto il suo splendore.

Fonte Foto: https://pixabay.com/it/photos/centa-fiume-albenga-ligura-italia-673151/

ultimo aggiornamento: 30-04-2019

X