“The night garden”, la mostra sul ciclo mestruale che fa scandalo

Sta facendo discutere la mostra dell’artista Liv Strömquist a Stoccolma. Il motivo? Le sue opere parlano senza tabù del ciclo mestruale.

chiudi

Caricamento Player...

A quanto pare, il ciclo mestruale è ancora un tabù, qualcosa da nascondere, di cui non parlare. Lo dimostrano le numerose critiche che sta ricevendo la mostra dell’artista Liv Strömquist, “The night garden”, allestita nella metropolitana di Stoccolma.

Protagonisti delle opere della Strömquist sono animali, alberi, uomini nudi e donne con sangue mestruale a vista e peli sulle gambe. L’intento dell’artista era trasmettere tranquillità ai pendolari, ma il risultato è stato ben diverso.

Perché la mostra “The night garden” fa discutere

mostra the night garden
FONTE FOTO: https://www.instagram.com/p/BbRlJxOB97L/?tagged=livstromquist

Una delle immagini più criticate in assoluto è quella che raffigura in bianco e nero una pattinatrice, che mostra senza problemi una macchia rossa di sangue mestruale sul body. L’opera è accompagnata dalla frase: “Va tutto bene (sto solo sanguinando)”.

Come ha riportato Vanity Fair, su Twitter alcune donne si sono lamentate perché, a loro avviso, quest’opera non farebbe altro che ricordargli ogni giorno le odiate mestruazioni, come se non bastasse sopportarle ogni mese. Altri, invece, hanno avuto difficoltà a spiegare ai bambini come mai la pattinatrice avesse del sangue tra le gambe. L’emittente nazionale svedese SR.se ha  addirittura definito la mostra “disgustosa”.

La Strömquist, sebbene sia abituata a ricevere critiche, si è detta sorpresa: “È strano che sia considerata così provocatoria, perché le mestruazioni sono qualcosa che vediamo sempre. Fatico a capirlo”. Anche l’azienda di trasporto metropolitano di Stoccolma è rimasta stupita del caos generato dalla mostra, le cui opere sono state selezionate da un gruppo di suoi dipendenti, artisti e consulenti d’arte. La portavoce dell’azienda, Martina Viklund, ha spiegato che l’intento della mostra era celebrare il corpo umano in tutte le sue espressioni, non infastidire i viaggiatori.

Tra l’altro, le immagini di nudo maschile non hanno riscosso lo stesso insuccesso di quelle raffiguranti le mestruazioni. È davvero ancora così difficile fare i conti con qualcosa di naturale come il ciclo mestruale?

FONTE FOTO: https://www.instagram.com/p/BbRlJxOB97L/?tagged=livstromquist