The Italian Job è il remake del celebre Un colpo all’italiana: il film è uscito nel 2003 ed è stato girato anche nel nostro Paese. Ecco le location.

Nel 1969 usciva nelle sale cinematografiche Un colpo all’italiana, celebre film di Peter Collinson con protagonista Michael Caine. Nel 2003 è arrivato anche il remake, The Italian Job, che è stato diretto da F. Gary Gray. Così come il film del ’69, che è stato girato a Torino, anche questo è stato girato in parte in Italia. Vediamo ora quali sono le location scelte dal regista e dai produttori per girare la pellicola.

The Italian Job: le location del film

Se Torino è stata la location di Un colpo all’italiana, per The Italian Job come location della prima parte del film è stata scelta un’alta celebre città italiana: Venezia. Per girare la scene dell’inseguimento per i canali, i produttori hanno dovuto ottenere una speciale autorizzazione per via dell’alta velocità delle barche utilizzate.

The Italian Job
Fonte foto: https://www.facebook.com/TheItalianJobMovie/

Sempre in Italia sono state girate anche altre scene, come quelle ambientate sul passo Sella e sulla diga del lago Fedaia, in Trentino Alto Adige. La seconda parte del film è stata invece ambientata e girata negli Stati Uniti, per la precisione a Philadelphia.

The Italian Job: il cast del film

I protagonisti principali di The Italian Job sono Mark Wahlberg e Charlize Theron, che interpretano rispettivamente il rapinatore Charlie Croker e l’esperta di casseforti Stella Bridger, il cui padre viene assassinato nella prima parte del film.

Nel cast del film di F. Gary Gray troviamo poi altre star di Hollywood come Edward Norton e Jason Stata, ma anche attori meno noti come Seth Green, Mos Def, Donald Sutherland, Franky G, Kelly Brook, Olek Krupa, Gregory Scott Cummins.

7 minuti al giorno per un corpo da favola! Scarica QUI la scheda.

Fonte foto: https://www.facebook.com/TheItalianJobMovie/

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona


Adolescenti e pericoli

Mascherina hi-tech che si autosanifica: come funziona?