Temporale di neve: cos'è l'evento meteo, cause e zone dove succede

Che cos’è il temporale di neve: un evento raro ma attuale

Scopriamo insieme le caratteristiche del temporale di neve, un evento atmosferico che si è verificato in diverse zone del Nord Italia

In meteorologia, il temporale di neve è un evento atmosferico che consiste una precipitazione nevosa accompagnata da fulmini. Vediamo insieme quali sono le cause di questo fenomeno suggestivo, le zone di diffusione e le zone colpite di recente.

Quali sono le cause del temporale di neve

Il temporale di neve è un fenomeno atmosferico straordinario causato dal contrasto tra due differenti tipologie di correnti d’aria. La corrente fredda di origine polare presente nell’atmosfera e quella caldo umida che si trova al livello del suolo creano una cella temporalesca instabile.

In particolare, in tardo autunno e inverno il sole rimane più basso all’orizzonte e le giornate sono più corte, quindi il suolo non si scalda abbastanza creando nell’atmosfera sovrastante condizioni di instabilità che favoriscono lo sviluppo di questi particolari eventi atmosferici. Queste precipitazioni hanno la stessa dinamica di un temporale estivo ma non confondiamole con la grandine. In quest’ultimo caso le correnti che si scontrano sono molto calde e fredde.

temporale neve
temporale di neve

Dov’è diffuso il temporale di neve

Il temporale di neve corredato da lampi e tuoni è un evento frequente nel Nord Europa, in alcune aree degli Stati Uniti e del Giappone. In queste zone vi è una predisposizione particolare alla discesa delle correnti polari che si scontrano con correnti caldo-umide dalle quali scaturisce il fenomeno atmosferico.

In Italia il temporale di neve è un evento raro: di solito si verifica sulle coste o in mare aperto e occasionalmente può verificarsi anche nell’Appennino e nella Pianura Padana.

Temporale di neve: il video del fenomeno nel Nord Italia

A novembre 2019, dopo molti anni dall’ultima volta, questo fenomeno spettacolare è occorso in diverse zone del Nord Ovest d’Italia: in particolare Biellese, Astigiano e sulla provincia di Torino.

Ecco un video che mostra questo fenomeno:

ultimo aggiornamento: 15-11-2019

X