A Le Iene è stata raccontata la storia di Camilla, una ragazza che combatte con il disturbo borderline. Scopriamo cosa c’è da sapere.

La storia di Camilla è, purtroppo, la storia di tanti: da anni i suoi genitori avrebbero tentato di tutto per cercare di far stare meglio la ragazza, affetta dal disturbo psicologico comunemente detto “delle persone più sensibili”. Camilla stessa ha raccontato a Le Iene di sentirsi costantemente divisa a metà, tra l’amore per vita e la sua paura di tornare a provare speranza. La ragazza ha già tentato di togliersi la vita tre volte e a Le Iene, Matteo Viviani e Simone Zignoli, hanno provato a farle tornare la voglia di affrontare un viaggio in moto, metafora della vita stessa.

La storia di Camilla alle Iene

Camilla è una ragazza affetta da disturbo borderline di personalità. Sua madre Lorella ha raccontato come la giovane avrebbe iniziato a manifestare i primi insidiosi sintomi della malattia a soli 13 anni. “Non voleva più mangiare e quando lo faceva correva a liberarsi del cibo provocandosi il vomito. Passava da stati di tranquillità ed euforia a crisi di pianto, alternando le sue emozioni come fosse su delle montagne russe”, ha dichiarato.

A seguire per Camilla sono iniziati i numerosi ricoveri nel reparto di Neurologia e Psichiatria, in una escalation di continui ingressi, dimissioni, terapie e sedute in comunità. Nonostante sia stata affiancata da professionisti, Camilla ha tentato di togliersi la vita per tre volte, arrivando persino a rompersi il femore dopo una caduta di oltre 25 metri.

“Mi sa che non la vogliono Lassù, lei deve star qua”, ha dichiarato la madre della ragazza nel servizio realizzato da Matteo Viviani.

Disturbo bordeline: cos’è

Il disturbo borderline è uno dei più comuni disturbi di personalità e i suoi principali sintomi sono l’instabilità e l’ipersensibilità nei rapporti interpersonali e con sé stesso, estremi sbalzi d’umore e impulsività. Camilla a Le Iene ha descritto la sua condizione affermando: “È come se fossi divisa a metà. La Camilla che sta bene è molto amante della vita. Quando sono riuscita a vivere la felicità l’ho apprezzata e l’ho sentita in ogni millimetro del mio corpo. La metà di me che sta male è molto insicura, arrabbiata, triste e delusa”.

Per cercare di tenere sotto controllo il suo disturbo di personalità, Camilla assume circa 15 farmaci al giorno. Purtroppo, nonostante i numerosi tentativi da parte fatti dalla famiglia per tentare di aiutarla, la ragazza si trova ancora a combattere contro il suo principale nemico: sé stessa. In passato ha tentato di togliersi la vita per mezzo di farmaci, o buttandosi da una finestra. “Non è un tentato suicidio, lì c’era una volontà estrema, è la risposta a un livello di sofferenza talmente elevato da non vedere altra via d’uscita. Sono stati sette anni di angoscia, schiacciata da un’ansia di giudizio diventato intollerabile”, ha dichiarato la psicoterapeuta della ragazza a Le Iene.

Fonte Foto: https://www.instagram.com/matteo_viviani_iena/?hl=it

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 21-12-2021


Ella Hunt: chi è l’attrice di Dickinson

Paola Cardinale: tutto quello che non sai sulla compagna di Biagio Antonacci