La casa discografica è stata condannata al risarcimento per danni morali e materiali come prestabilito dai giudici.

Pare che la videoclip di Oj nenna nè, singolo dell’artista partenopeo Gigi D’Alessio risalente al 2012, abbia recato non pochi danni all’immagine di una persona che appare nel video. Si tratta di una donna, che è stata ripresa a sua insaputa mentre passeggiava mano nella mano con l’amante tra le strade di Napoli.

Il fatto ha letteralmente reso la sua vita un inferno: le sue vicende sentimentali sono diventate di dominio pubblico ed oggetto di gossip, annullando di fatto quella che doveva essere la sua privacy. I giudici della Corte d’Appello hanno dichiarato, stando alle citazioni di Perizona: “La semplice notizia della relazione extraconiugale di una donna, ed ancor più dell’esistenza di tracce materiali visibili di tale relazione, suscitano ampia curiosità”.

La casa discografica che ha prodotto il video, ossia il colosso Sony, è stata chiamata in tribunale per risarcire la donna per danni morali e materiali. I produttori si sono subito posti sulla difensiva, dichiarando di aver effettuato le registrazioni in un luogo pubblico e che la donna aveva guardato più volte l’obiettivo della telecamera. In più, sostenevano che la relazione coniugale della persona coinvolta fosse già destinata a sgretolarsi.

Tuttavia questa visione dei fatti non ha convinto la giuria: la donna avrebbe potuto guardare la camera istintivamente per curiosità, senza sapere che fosse effettivamente attiva. I giudici hanno confermato inoltre che l’apparizione inconsapevole del video le ha distrutto la vita sentimentale senza aver avuto la possibilità di scegliere cosa fare. La Sony è stata quindi condannata a risarcirla.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 28-11-2021


Confessione shock di Flavia Vento: “Un truffatore si è finto Tom Cruise per mesi”

Patrizia Reggiani: “Non andrò a vedere House of Gucci, sono innocente”