L’ex moglie di Maurizio Gucci rilascia delle dichiarazioni importanti prima dell’uscita del film di Ridley Scott.

Inversione di rotta per Patrizia Reggiani, ex moglie di Maurizio Gucci e mandante del suo omicidio, avvenuto nel 27 marzo 1995. La donna, condannata a 26 anni di reclusione per il delitto, di cui scontati solo 18 per buona condotta, aveva dichiarato che sarebbe andata al cinema per vedere il film House of Gucci, ma adesso pare che abbia cambiato idea.

Ecco cosa racconta al settimanale Nuovo (le frasi sono riportate da Perizona): “Non verrò mai a vedere il film sul delitto Gucci. Non mi considero innocente, ma neanche colpevole. Provo ancora un enorme amore per lui. Ci sono così tante cose che non sapete. Il matrimonio con Maurizio è finito a causa delle persone che lo circondavano, avevano una pessima influenza su di lui. Ho minacciato Maurizio molte volte, ma non ho dato io l’ordine di ucciderlo. Gli altri mi hanno ricattata. Se incontrassi Maurizio ora gli direi di perdonarmi per quello che è successo“.

Non è di questo pensiero l’artista che vestirà i suoi panni, Lady Gaga: “Sono andata a cercare tutte le informazioni sul suo conto, ho letto tantissimo. Ho scoperto che quando lei ha sposato Maurizio Gucci, lui non aveva soldi. Allora mi sono resa conto che la storia era più complicata.. Volevo un personaggio che fosse una persona vera, penso che lei abbia fatto un errore davvero enorme…era stata ferita così tante volte nel corso del tempo. Penso che questo film in un certo senso sia una lezione per tutti, un messaggio a proposito della ricchezza, dell’avere dei privilegi“.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 28-11-2021


Sony risarcisce una donna dopo averla ripresa con l’amante in video di Gigi D’Alessio

GF Vip, scatta un bacio passionale tra Alex Belli e Soleil: ecco il video