Social Network: Matematico Inventa Algoritmo per Trovare l’Amore

Tramite analisi matematiche, Chris McKinlay dell’Università della California, ha ideato un sistema per trovare su un social network l’anima gemella.

chiudi

Caricamento Player...

Si chiama Chris McKinlay, un matematico della University della California di 35 anni. Stufo di rimanere single e dopo aver passato inutilmente tantissime ore sui social network con la speranza di combinare degli incontri galanti, ha ideato un sistema per aumentare le possibilità di conoscere l’anima gemella. E ci è riuscito.

A volte anche l’amore può arrivare da uno studio matematico. La sua esperienza ci dice che una persona che spesso ignoriamo, può diventare improvvisamente interessante se cambiando qualche piccolo, invisibile parametro.

McKinlay inizialmente aveva provato ad inviare su OkCupid, noto scial americano di incontri on line, messaggi a tantissime donne in base alla compatibilità del suo profilo. Ma ogni volta non riceveva risposta. Qual era la causa? si domandava sempre. La prima supposizione era legata alla foto del profilo: sei non sei un bel ragazzo è difficile che che una donna on-line si interessi a te.  E le sue foto non erano in effetti delle migliori.

Poi un giorno si chiese: cosa succederebbe se cambiassi le regole di accoppiamento dei partner all’interno di OkCupid a mio favore?  Il social network consente di rispondere fino a 350 domande su migliaia disponibili le quali segnalano i profili tra loro compatibili.

social network
social network

Entrato nel sito, e analizzando le regole di funzionamento, ha notato che le sue risposte alle domande lo rendevano  poco interessante alle donne. A questo punto ha inventato dodici finti profili per capire come rendere il suo vero profilo vero più interessante al target di donne a cui mirava, scoprendo a quali domande la maggior parte di questo tipo di donne rispondeva e quali risposte lo rendevano più compatibile tramite una manipolazione del programma che gestisce il sito.

Da queste nuove indicazioni ha modificato il suo vero profilo e ha manipolato il programma per essere messo in alto nelle proposte che ripetutamente il social network presentava alle donne iscritte. Per non risultare falso agli incontri reali però, non ha mai mentito sulle sue risposte. Dopodichè ha inventato un programma che associava al suo profilo decine di migliaia di possibili partner. Così ha iniziato a ricevere centinaia di proposte e a fissare appuntamenti reali.

Dal vivo le cose sono più difficili perchè incontrarsi non vuol dire piacersi. Anche qui dopo diversi fallimenti ha iniziato ad analizzare i le situazione e a formulare delle regole per selezionare e ottimizzare gli incontri. E all’appuntamento numero 88 ha raggiunto il suo obiettivo. Ha conosciuto Christine Tien Wang di 28 anni, artista, presto si sposeranno. La cosa più difficile del suo sistema? Aggirare i programmi di OkCupid che impedivano l’utilizzo di automatismi nell’interfacciamento del sistema. Per questo ha dovuto scrivere un programma che imitava l’utilizzo del computer da parte di un essere umano. Gli è bastato monitorare per 24 ore l’attività di un suo amico iscritto anche lui ad OkCupid. Modo di utilizzo del mouse e tempo di utilizzo della tastiera.