E’ morto all’età di 76 anni il giornalista, presso la sua abitazione anche se non sono state rese note le cause: la sua carriera si divide tra tv ma anche testate giornalistiche.

Ha lavorato per diverse testate e scritto molti saggi prima di diventare il volto del TG1. Sergio Canciani è morto a 76, tutti lo ricordano per essere lo storico corrispondente da Mosca. La sua carriera giornalistica è di grande valore, una perdita grande per tutti. Massimiliano Fedriga scrive: “Se n’è andato un giornalista dallo sguardo ‘lungo’. Testimone e cronista delle trasformazioni avvenute nell’area dei Balcani e nell’ex Unione sovietica. Il suo piglio diretto ha sempre puntato all’essenza della notizia“.

Addio a Sergio Canciani

Come riporta Fan Page: “Triestino, aveva iniziato la sua carriera nella testata giornalistica regionale della Rai prima quella slovena e poi quella italiana del capoluogo friulano, dove si era formato per poi passare al telegiornale nazionale dove, sin da subito, fu chiamato a rivestire il ruolo di corrispondente sul finire degli Anni Novanta, dove rimase fino al 2011, per quasi quindici anni. È stato per lungo tempo, infatti, uno dei maggior conoscitori dello scenario politico russo, in merito al quale aveva scritto numerosi libri in cui approfondiva le tematiche socio-politiche dall’interno del Paese.”

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 16-03-2022


Lutto per Maurizio Aiello, è morto il padre: “Non riuscirò a perdonarmi”

“Il tuo quoziente intellettivo è basso…”: Volano stracci tra Soleil e Mila Suarez