Sharon Stone ha annunciato la scomparsa del suo nipotino, River, scomparso a 11 mesi a causa di un’insufficienza multiorgano.

Sharon Stone piange suo nipote, il piccolo River, scomparso il 30 agosto a causa di un’insufficienza multiorgano. Le condizioni del piccolo erano parse da subito disperate e l’attrice – che si trovava a Venezia – era rientrata rapidamente negli States per stare accanto a suo fratello Patrick e alla moglie Tasha durante questo momento particolarmente difficile. Sui social la Stone aveva chiesto ai fan di dedicare le loro preghiere al piccolo River e aveva postato una foto straziante del bambino in ospedale, dove era collegato a numerosi tubicini.

Sharon Stone
Sharon Stone

Sharon Stone: il lutto

Attraverso i social Sharon Stone ha pubblicato una serie di foto e di video del piccolo River, il suo nipotino di appena 11 mesi scomparso il 30 agosto a causa di un’insufficienza multi organo. L’attrice era rientrata in fretta negli Stati Uniti per stare accanto a suo fratello Patrick, padre del bambino.

“Il mio nipotino e figlioccio River Stone è stato trovato nella culla con un’insufficienza a livello di organi. Per favore, pregate per lui. Ora serve un miracolo”, aveva scritto in un post via social la Stone, che questi giorni avrebbe dovuto presenziare alla sfilata di Dolce e Gabbana a Venezia (proprio i due stilisti avevano annunciato il suo ritorno negli States a causa della malattia del nipote). Purtroppo le condizioni del piccolo sono rapidamente degenerate e per lui non c’è stato nulla da fare.

Le condoglianze dei colleghi

In tanti tra fan, amici e colleghi si sono uniti a Sharon Stone con parole di cordoglio per la scomparsa del bambino. Tra questi anche l’attrice Hilary Swank, che si è unita al dolore della collega, Naomi Watts, che le ha espresso il suo dispiacere e la sua vicinanza, e Melanie Griffith. Sharon Stone è sempre stata legata ai suoi fratelli ed aveva pubblicamente condiviso la sua gioia per la nascita di River l’8 settembre scorso.

ultimo aggiornamento: 31-08-2021


J-Ax: “Ricevo minacce dai No-Vax, mi mandano foto di proiettili”

Mahmood, il primo messaggio dopo l’incendio: “Sto bene, la vita è bella”