Poche ore fa il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha partecipato alla XIV Conferenza degli Ambasciatori e delle Ambasciatrici d’Italia nel mondo, salutando per l’ultima volta l’assemblea.

Un saluto diverso, quest’anno, nella sessione inaugurale della XIV Conferenza degli Ambasciatori e delle Ambasciatrici d’Italia alla Farnesina per il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. L’ultimo per il capo di Stato che, per l’ultima volta, augura Buon Natale a tutti prima di congedarsi.

Accolto da una standing ovation, il discorso di Sergio Mattarella è stato molto sentito, forse perché l’ultimo agli ambasciatori e alle ambasciatrici, prima di lasciare il suo posto. Ecco le sue parole: “Vorrei iniziare esprimendo la mia riconoscenza per il supporto fornito in questi anni all’attività sviluppata dalla Presidenza della Repubblica, in Italia e all’estero. Nel volgere lo sguardo ai sette anni passati, non posso non rilevare come l’attività internazionale che li ha caratterizzati non sarebbe stata possibile senza l’efficiente supporto del ministero degli Esteri, nonché dell’intera rete diplomatico-consolare. Consentitemi in questa ultima occasione in cui posso rivolgermi alla vostra comunità, di esprimervi fervidi auguri per il Natale, per il Nuovo Anno e per il futuro”

Mattarella ha speso due parole anche sulla situazione pandemica del momento, che secondo lui ha valorizzato l’efficienza della costruzione Europea: “La pandemia ha messo in luce la vitalità e il valore aggiunto della costruzione europea, che ha saputo coordinare le risposte degli Stati membri, evitato una chiusura totale delle frontiere nazionali, messo a fattore comune le risorse europee e nazionali per finanziare ricerca e acquisto di vaccini. Infine, con il lancio di ‘Next Generation’ è riuscita a costruire un’articolata risposta ai devastanti effetti economici e sociali della crisi. Un’azione comune, frutto di una scelta lucida, che nasce dalla consapevolezza che i destini e gli interessi degli europei sono strettamente intrecciati tra loro”

Tanti applausi e commozione per le parole del Presidente, che non ha mancato di ricordare l’ambasciatore Luca Attanasio, ucciso, insieme al carabiniere Vittorio Iacovacci e all’autista Mustapha Milambo, nella Repubblica Democratica del Congo: “Un esempio di chi aveva messo la propria italianità a servizio della causa dell’umanità”

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 20-12-2021


Luciana Littizzetto racconta la storia di Jordan e Vanessa, i suoi figli

Il figlio di Gigi D’Alessio condannato al carcere: aggressione alla colf!