La polizia rumena ha intercettato l’uomo e il piccolo di cinque anni a bordo di un treno, al confine tra la Romania e l’Ungheria. Si conclude, dunque, con un lieto fine una vicenda che aveva tenuto col fiato sospeso la madre e non solo.

Il bimbo di cinque anni che lo scorso martedì era stato rapito a Padova dal padre, il quale si era avvalso della collaborazione di tre complici (non ancora identificati), è stato finalmente ritrovato per la felicità della madre e di tutte le persone che erano in ansia per questa triste vicenda. L’uomo aveva letteralmente strappato il piccolo dalle braccia della madre per poi fuggire con un furgone, mezzo che era stato ritrovato dai carabinieri in una zona industriale a Limena.

Secondo quanto trapelato, il padre rapitore sarebbe stato rintracciato dalla polizia rumena mentre si trovava a bordo di un treno in compagnia del minore: i due erano giunti al confine tra l’Ungheria e la Romania. Fonti investigative italiane confermano che il bambino sta bene ed è al sicuro, sotto protezione delle forze dell’Ordine. L’uomo aveva già dei precedenti con la giustizia: nel 2012, infatti, quando aveva solo ventidue anni, era stato in carcere (insieme al padre) per aver dato fuoco a un’automobile e ferito un parente a coltellate in seguito a una lite familiare.

Scopri i luoghi dei più famosi delitti italiani

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 08-10-2021


Si sposano di nuovo in casa di riposo dopo 77 anni: non avevano foto delle nozze

Il premio Nobel per la Pace ai giornalisti Maria Ressa e Dmitry Muratov