Rihanna, superstar globale, è stata insignita di un onore molto importante: eletta come eroina nazionale alle Barbados, suo Paese d’origine.

La Terra d’origine della popstar Rihanna, ovvero le Barbados, ha onorato la cantante di un ruolo molto importante. La cantante ha partecipato lunedì alle Barbados all’inaugurazione presidenziale, che è servita a segnare la trasformazione del paese in una Repubblica.

Le Barbados, infatti, hanno tagliato formalmente i legami con la monarchia britannica, diventando una repubblica quasi 400 anni dopo l’arrivo della prima nave inglese nell’isola più orientale dei Caraibi.

Durante la cerimonia, Rihanna è stata eletta come eroe nazionale, a nome di tutta la popolazione. Il primo ministro delle Barbados Mia Mottley ha, infatti, detto alla folla: “A nome di una nazione grata, ma di un popolo ancora più orgoglioso, vi presentiamo quindi il designato per l’eroe nazionale delle Barbados, l’ambasciatrice Robyn Rihanna Fenty. Possa tu continuare a brillare come un diamante e portare onore alla tua nazione con le tue opere, con le tue azioni e a fare credito ovunque tu vada”.

Rihanna è la cittadina più famosa delle Barbados, basti pensare al grande successo planetario che ha ottenuto negli ultimi decenni. Già nel 2018, la cantante era stata nominata ambasciatrice delle Barbados e oggi, con questa nuova onorificenza, Rihanna diventa un personaggio ancora più importante per quella comunità.

Rihanna, che oggi ha 33 anni, è nata a Saint Michael e cresciuta nella capitale, Bridgetown. È stata spinta nel mondo della musica dopo che il produttore americano Evan Rogers ha riconosciuto il suo talento. Il suo singolo del 2007 Umbrella l’ha confermata come una delle più grandi pop star del mondo e nel 2008 l’allora primo ministro, David Thompson, ha annunciato un Rihanna Day annuale.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 30-11-2021


Terribile lutto per Sonia Bruganelli: “Da oggi papà avrà…”

Lella Costa racconta: “La fiction che ha salvato il mio lockdown”