Per avere mani sempre perfette è importante prendersene cura tutti i giorni

Oltre all’utilizzo di una buona crema idratante ed all’igiene delle mani e delle unghie, per un aspetto ancor più elegante e signorile molte donne ricorrono alla ricostruzione unghie una tecnica che consente di avere una manicure curata per diversi mesi senza bisogno di rimettere lo smalto o limare le unghie.

Da qualche anno la ricostruzione unghie si è sempre più affermata nel settore della bellezza, merito di tanti professionisti e di prodotti sempre più all’avanguardia e in grado di regalare un risultato straordinario. Si tratta di una tecnica che prende origine dagli anni ’40 del ventesimo secolo quando un dentista americano studiò e ideò per sua moglie una resina per curare l’onicofagia. La donna si mangiava le unghie e non riusciva per questo a farle crescere, né ad eliminare quell’impulso.

Ricostruzione unghie

Utilizzando i prodotti per i denti, il dentista creò una resina che si poteva spalmare sull’unghia, creando uno strato che proteggeva la parte sottostante consentendogli di crescere. L’idea ebbe un grande successo e molti esperti del mondo nails iniziarono a provare la resina, sperimentando le prime ricostruzioni.

La ricostruzione dell’unghia avviene attraverso l’utilizzo di diversi strumenti. Solitamente l’esperto del settore ha a disposizione, oltre alla fresa, anche una lampada UV che viene utilizzata per indurire il prodotto con l’esposizione ai raggi ultravioletti. I metodi che si possono utilizzare sono due: trifasico o monofasico.

Con il metodo trifasico si ha una pulizia tradizionale delle cuticole. Dopo la detersione viene realizzata una base che renderà il trattamento molto più duraturo. In seguito si inizia a modellare l’unghia nella forma desiderata. La ricostruzione si conclude con un fissante, che regala unghie brillanti e lucide.

Con il metodo monofasico, invece, viene applicato un unico prodotto che ha ben tre funzioni: base, modellante e infine sigillante. In questo modo la ricostruzione si effettua in breve tempo ed è molto più pratica, ma il risultato è comunque perfetto.

In linea generale si utilizzano prodotti specifici come le unghie gel. Si tratta di una ricostruzione che avviene con l’utilizzo di uno specifico kit di ricostruzione unghie gel, che servono a ricostruire l’unghia rovinata, a rinforzare quelle fragili e deboli aumentandone lo spessore e ad allungare le unghie.

Dopo aver disidratato l’unghia, opacizzandola per mezzo di una lima in modo da rimuovere il lucido dell’unghia e la frazione lipidica, si applica il primer, un composto liquido che consente di migliorare l’adesione del gel per unghie. In genere è composto da Acido Metacrilico il quale forma legami ad idrogeno con la cheratina con l’unghia anche se ormai ci si orienta verso formulazioni prive di acidi per evitare l’azione corrosiva. Dopo l’applicazione del gel per unghie in genere, si passa ad uno strato di gel finale che consente di donare all’unghia maggiore lucidità e di fare da “sigillante” al tutto il lavoro eseguito.

I bonus per le donne (mamme e non): ecco le agevolazioni


Come avere tanti like e un profilo Facebook di successo

Epilatori a luce pulsata: sicurezza e controindicazioni