Guida alla sicurezza nell’epilazione a luce pulsata “fai da te”. Scopri come usare correttamente gli epilatori a luce pulsata casalinghi, senza rischi e ottimizzando i risultati contro i peli superflui

Niente più strappi dolorosi a causa della ceretta. Niente più tagli o pelle secca dovuta alla lametta. Ormai è una realtà: gli epilatori a luce pulsata “fai da te” hanno rivoluzionato il mondo della depilazione: grazie all’azione degli impulsi luminosi, infatti, la melanina del follicolo dei peli viene indebolita fino alla definitiva interruzione del ciclo di ricrescita. In modo del tutto indolore e, soprattutto, a casa propria senza doversi sottoporre a lunghe (e costose) sedute dall’estetista.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?

Ma questi fasci di luce “sparati” sulla pelle con un potenza in grado di distruggere il pelo alla radice, sono davvero sicuri da usare? Vi rispondiamo subito: “si, però”
Il però sta nel fatto che ci sono alcune cose importanti da sapere sulla sicurezza e su cose che non si devono mai fare con questi epilatori. Vediamole.

Nota: questa nostra piccola guida ha come fonte la guida ai migliori epilatori a luce pulsata di Okspot, il noto portale specializzato in recensioni di articoli tecnologici e per la casa, che sull’epilazione ha un vero e proprio trattato!

Pelle liscia

Luce Pulsata e sicurezza per gli occhi

Iniziamo dall’aspetto più importante: la luce pulsata è fortissima e occorrono alcune sicurezze per scongiurare di avere danni alla vista.

Rilevamento della presenza della pelle

Il fascio di luce rosso che viene emesso dall’apparecchio può essere accecante e può causare danni agli occhi. E’ per questo motivo che gli epilatori a luce pulsata sono dotati di un sistema ad alta tecnologia in grado di proteggere gli occhi di chi lo utilizza e quelli delle persone che si possono trovano nelle vicinanze.

Il fascio di luce, infatti, non viene emesso se un apposito sensore del dispositivo non è a contatto con la pelle. Uno dei best seller, il Philips Lumea, è stato tra i primi ad avere questa sicurezza, mentre Braun Silk Expert ha addirittura due sensori, per rilevare che la lampada sia anche perfettamente a contato con il corpo. Non solo: i sensori esterni si illumineranno di rosso, e non di bianco, se il dispositivo non sarà correttamente a contatto con la pelle.

Protezione aggiuntiva con occhiali specifici

Appurato che è quasi impossibile attivare un lampo “a vuoto”, rimane il problema della luce che comunque un po’ filtra dalla zona di lavoro, data la sua enorme intensità. Questo fascio di luce, soprattutto per chi soffre di una certa fotosensibilità, rischia di essere non pericoloso, ma certamente fastidioso. Pur chiudendo gli occhi si percepisce, infatti, una sorta di lampo. Gli epilatori a luce pulsata, tra l’altro, sono consigliati per depilare anche alcune zone del viso femminile, ma il nostro consiglio è quello di prestare sempre attenzione, soprattutto nelle zone contigue agli occhi.

Un modo per difendersi ed utilizzare in totale sicurezza questi apparecchi è quello di mettersi un paio di occhiali specifici per luce IPL pensati proprio per proteggere gli occhi dagli impulsi di luce emessi dagli epilatori HPL/IPL. Con lenti rosse o verdognole, indossabili a pelle o sopra i propri occhiali da vista, sono certamente una protezione aggiuntiva quando si utilizza l’epilatore e secondo noi dovrebbero essere sempre inclusi nella confezione (ma non lo sono).

Non usare la luce pulsata attorno agli occhi

E’ comunque bene sottolineare che sarebbe bene non usare mai la luce pulsata sulle sopracciglia o sulle zone troppo vicine agli occhi, neanche utilizzando delle protezioni.

Sensori di sicurezza per la pelle

Veniamo adesso all’altro aspetto, quello delle possibili scottature sulla pelle, evenienza tutt’alto che remota, ma certamente minimizzabile negli effetti.

Rilevamento automatico della tonalità della pelle

Una delle caratteristiche fondamentali degli epilatori a luce pulsata è la presenza di particolari sensori che permettono di valutare, prima di ogni pulsazione, la tonalità della pelle, una volta che sono a contatto con essa. In questo modo l’intensità della pulsazione viene adattata prima di ogni emissione di luce, in modo da garantire un risultato soddisfacente ed efficace.

Braun, nei suoi modelli top, ne ha addirittura uno a matrice, mentre gli ottimi prodotti della Beurer hanno dei sensori 2 in 1 per contatto e rilevazione della tonalità della pelle.

Grazie al netto contrasto che si viene a creare, questi apparecchi danno dei risultati ottimali quando utilizzati su pelli molto chiare sulle quali spiccano peli molto scuri. In caso di tonalità di pelle molto chiara, infatti, i sensori adatteranno l’epilatore per emettere un fascio intenso, mentre con una tonalità di pelle più scura, l’intensità sarà più bassa con un impulso di luce rapido e veloce.

Al contrario, se la pelle da trattare è particolarmente scura, è sconsigliato utilizzare l’epilatore a luce pulsata: tonalità di pelli troppo scure, infatti, assorbono più luce durante il trattamento e si possono venire a creare irritazioni o fastidi. Sarà proprio l’apparecchio ad avvertirvi: se la tonalità di pelle non è sicura, l’apparecchio non emetterà alcuna luce.

Regolazione manuale dell’intensità in base al tipo di pelle

Oltre alla regolazione automatica dell’intensità della luce in base alla tonalità della pelle, si potrà effettuare anche una regolazione manuale dell’intensità, soprattutto quando si andranno a trattare aree sensibili, come inguine o parti del viso.

In quasi tutti gli epilatori, anche i più economici, si può infatti scegliere tra una modalità standard per trattare pelli normali e per zone ampie e meno sensibili come le gambe o le braccia; una modalità delicata nel caso di parti più sensibili e meno ampie come ginocchia o ascelle ed infine una modalità extra delicata nel caso in cui si abbia una pelle particolarmente sensibile e nel caso si vogliano depilare l’inguine e il viso.

Accorgimenti nell’utilizzo dell’epilatore IPL

Oltre alla presenza dei sensori che proteggono attivamente e automaticamente gli occhi e la pelle, prima di utilizzare gli epilatori a luce pulsata, è bene seguire alcune semplice accortezze, in modo da evitare arrossamenti o fastidi sulla pelle:

  • E’ necessario radersi bene prima di ogni sessione di epilazione: il pelo non deve essere visibile al di fuori della pelle. In caso contrario, infatti, sarebbe alquanto doloroso epilarsi perché il fascio di luce andrebbe a bruciare il pelo anche all’esterno.
  • Evitare di utilizzare l’epilatore nel caso di peli troppo spessi o nel caso di peli maschili: non è indicato, infatti, per epilazione o ritocchi sul viso maschile proprio perché i peli sono troppo spessi e grossi.
  • Evitare di utilizzare l’apparecchio su macchie scure della pelle come nei o voglie: in questo caso basterà coprirle con gli appositi stick o matita, di un colore vicino al tono della pelle.
  • Evitare di utilizzare l’epilatore su tatuaggi o su trucco permanente.

Queste accortezze sembrano molte, ma alla fine si imparano in fretta e devono diventare automatiche se intendete intraprendere un trattamento di epilazione definitiva a casa vostra. Le applicazioni, del resto, possono durare anche 10 o più settimane e vanno fatte tutte senza abbassare mai la guardia, specie sui nei e sulle zone più delicate.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?


Ricostruzione unghie e smalti in gel: consigli delle esperte

Il Senso della felicità: la scienza contro la tristezza del Blue Monday