Ricarica Postepay: come e dove ricaricare Postepay online, da casa, da bancomat o in ufficio postale.

La ricarica Postepay per te è un mistero? Non affliggerti. Purtroppo capita spesso di perdersi in un bicchiere d’acqua davanti a operazioni che sembrano molto più difficili di quanto non siano in realtà. Ricaricare la carta prepagata di Poste Italiane è infatti davvero semplice, quasi elementare, e puoi riuscirci senza troppi problemi.

Fortunatamente, Poste mette a disposizione dei suoi clienti tantissimi metodi tra loro diversi per effettuare un versamento su Postepay. Non ti resta che scegliere quello che fa maggiormente al tuo caso. Senza perdere ulteriore tempo, scopriamo insieme in che modo possiamo ricaricare la carta sia da casa che recandoci in uno degli uffici predisposti.

Ricariche Postepay online: quali metodi utilizzare

Vuoi sapere come ricaricare Postepay da casa? Nessun problema. Esistono diversi metodi che possono aiutarti a eseguire questa semplice operazione. Per prima cosa, puoi utilizzare i siti ufficiali poste.it e postepay.it, attraverso un addebito su conto BancoPosta attraverso il servizio di home banking, trasferendo denaro da una carta Postepay a un’altra o utilizzando dalla tua area riservata (anche su app) una carta di pagamento che sia aderente al circuito Visa, Visa Electron, VPay o Mastercard.

pagamento con carta
pagamento con carta

Un altro metodo molto semplice e intuitivo per ricaricare la Postpay è l’utilizzo dell’app BancoPosta, gratuita e disponibile per smartphone e tablet sia iOS che Android. In questo caso puoi ricaricare la tua carta o quella di un’altra persona trasferendo denaro da un’altra Postepay o tramite addebito su conto BancoPosta.

Puoi effettuare una ricarica online anche se sei titolare di un conto corrente di una banca del gruppo BPM tramite il tuo servizio di home banking. In alternativa, puoi ricaricare a domicilio richiedendo il servizio ai portalettere di Poste Italiane, con pagamento tramite carte Postamat, Postepay e carte di debito del circuito Maestro.

Ricarica Postepay da bancomat

In molti si chiedono se sia possibile ricaricare la Postepay da Bancomat. La risposta, purtroppo, non è positiva. Si può infatti ricaricare allo sportello, ma solo degli ATM Postamat, utilizzando un’altra carta Postepay, una carta BancoPosta o un’altra carta di pagamento aderente ai circuiti sopra citati.

Infine, si può effettuare anche una ricarica presso uffici postali e punti vendita. Se ti stai chiedendo cosa serve per ricaricare Postepay, la risposta è semplice: codice fiscale e numero della carta. Con questi pochi dati puoi recarti in ufficio postale con versamento in contanti, con un’altra carta prepagata Postepay o con una carta di debito associata a BancoPosta.

In altri punti vendita puoi invece effettuare una ricarica, sia della tua carta che di quella di un’altra persona, da un minimo di 1 euro a un massimo di 997,99 euro ad operazione, presentando il numero della carta, un documento d’identità in corso di validità e la tessera del codice fiscale o la tessera sanitaria. Insomma, i metodi sono davvero molti. Non resta che scegliere quello che fa più al caso tuo!

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 03-06-2022


Cosa significa copypasta?

Come funziona la crittografia end-to-end di WhatsApp?