Ecco quali sono le caratteristiche essenziali per registrare un buon messaggio vocale e per comunicare al meglio.

Il messaggio vocale è stata una vera rivoluzione nel campo della comunicazione smart. Pratico, veloce è ormai divenuto il degno sostituto di una telefonata eppure non è sempre così facile comunicare con questo nuovo mezzo, il motivo? A volte si è troppo prolissi, a volte si è troppo brevi ed altre volte ancora si inonda il nostro destinatario di più messaggi che cozzano con alcune regole della buona educazione. Vediamo allora quali dovrebbero essere, secondo il galateo, le regole da adottare per un buon messaggio vocale e le caratteristiche principali che questi debba contenere.

Messaggi vocali: la lunghezza giusta

Una delle prime regole da rispettare per comunicare al meglio attraverso un messaggio vocale è fare in modo che questo non superi i tre o quattro minuti al massimo. Anche se il contenuto del messaggio stesso è importante e necessità di questa lunghezza allora forse, è bene optare per una telefonata.

Al contrario però, c’è da sottolineare che il messaggio vocale non deve nemmeno essere troppo breve. Se infatti il contenuto è inferiore a cinque parole o si inoltra un vocale contenente un semplice “Grazie” e che costringe il destinatario ad allontanarsi per ascoltarci, ecco forse in casi simili bisognerebbe optare per un semplice emoticon.

Ragazza Cellulare Gioca Pokemon Go Allenatrice
Ragazza Cellulare Gioca Pokemon Go Allenatrice

Un’altra buona e semplice regola da adottare nella registrazione di un messaggio vocale è anche quella di dividere i contenuti e cioè, registrare più vocali ciascuno contenente un argomento diverso. In questo modo i tuoi messaggi non solo saranno meno impegnativi ma la comunicazione risulterà al meglio anche per chi ci ascolta.

Messaggi vocali: il tono della voce

Infine bisogna prestare sempre una particolare attenzione anche al tono della voce che si utilizza per inoltrare un messaggio vocale. E’ bene infatti evitare i toni bassi o i sussurri e soprattutto, se ad ogni nostro audio il destinatario ci risponde con un testo scritto, forse è bene adeguarsi al nostro interlocutore (che magari odia i vocali o semplicemente non si trova nella posizione giusta per ascoltarli) e cominciamo a rispondergli con dei messaggi di testo anche noi


Quali sono gli elementi chiave per avere una casa in stile nordico?

App per fitness: le migliori con esercizi, circuiti e workout