Fabio Mosca, di appena 13 anni, muore dopo una caduta da un monopattino elettrico. Il mezzo era di un amico, che ora viene indagato per omicidio colposo.

È una vera e propria tragedia quella consumatasi sulla pista ciclabile di Viale Gramsci a Sesto San Giovanni, vicino Milano. Fabio Mosca, un ragazzino di 13 anni, stava provando il monopattino elettrico di un amico 17enne quando ne ha perso il controllo. È stata fatale la caduta di testa: pare che Fabio non indossasse il casco.
A dare l’allarme è stata un’infermiera che ha assistito per caso all’incidente. Fabio è stato soccorso da un’ambulanza ed è arrivato al Niguarda di Milano in condizioni disperate. Il personale medico ha tentato di salvargli la vita con varie manovre di rianimazione durante il trasferimento in ospedale, ma una volta giunti lì, purtroppo, è stato constatato il decesso.

Le indagini sull’amico

L’amico 17enne che, secondo le ricostruzioni, avrebbe prestato il proprio monopattino a Fabio, è tutt’ora indagato per omicidio colposo. L’inchiesta condotta dal tribunale dei Minori di Milano servirà a chiarire la dinamica del tragico incidente.
La polizia locale, nel frattempo, è al lavoro per chiarire se il monopattino fosse in regola o meno.

Le parole del sindaco e la nuova ordinanza

Roberto Di Stefano, sindaco di Sesto San Giovanni, ha deciso di rendere obbligatorio l’uso del casco quando si guida il monopattino elettrico e imposto limiti di velocità di 20 chilometri orari sulle piste ciclabili e di 5 chilometri orari nelle aree pedonali.
“Non c’è più tempo da perdere”, dichiara il primo cittadino. “in attesa che il Parlamento approvi al più presto una legge per regolamentare l’uso di questi mezzi, equiparandoli a ciclomotori, che come abbiamo visto in diverse occasioni possono essere davvero pericolosi, abbiamo deciso di intervenire, per quanto di nostra competenza, con l’obiettivo di iniziare a comporre un quadro normativo chiaro e preciso. Purtroppo per strada si vedono tantissime persone che girano sui monopattini elettrici senza casco e questo può avere conseguenze terribili: il casco è una protezione fondamentale in grado di fare la differenza e salvare la vita in caso di incidenti e cadute. Va usato sempre”.

ultimo aggiornamento: 01-09-2021


Ricciardi lancia l’allarme: “La Variante Delta sta facendo morire i bambini”

Bimba di 11 mesi morta per un malore, viene disposta l’autopsia