Negli ultimi anni la varietà di prodotti disponibili nel commercio della Cannabis legale è aumentata esponenzialmente.

Tra questi sta riscuotendo particolare interesse l’olio CBD. Se ne parla spesso e si racconta delle sue numerose proprietà benefiche. Magari chi non lo conosce si chiederà di cosa si tratti. E chi ne ha già sentito parlare si domanderà se le voci che girano sul conto di questo prodotto siano vere o no.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Possibile che i cannabinoidi possano far bene al nostro corpo o si tratta delle solite trovate pubblicitarie per aumentare le vendite? Risponderemo a queste domande nel seguente articolo dove spiegheremo cos’è l’olio di CBD e quali effetti ha sull’organismo umano.

olio cbd

Cos’è l’olio di CBD e come si ottiene

L’olio di CBD è un composto formato da olio vegetale e cannabidiolo estratto dalla Cannabis ed è ricco di sostanze salutari come vitamine, acidi grassi e flavonoidi.

Di norma il grande assente in questo tipo di prodotto è il tetraidrocannabinolo (THC), una sostanza normalmente presente nella pianta della canapa ma che rientra tra gli stupefacenti.

Per questo è illegale in gran parte delle nazioni di tutto il mondo, così come sono illegali i prodotti che lo contengono, se non in concentrazioni estremamente basse.

Questa è la ragione principale del perché quando si parla di olio di Cannabis, e ci riferiamo a una sostanza legale, intendiamo di preciso l’olio di CBD.

Esistono vari metodi di produzione ma i 3 principali sono:

  • estrazione tramite olio vegetale – consiste nell’infiltrare olii come quello d’oliva all’interno delle infiorescenze. Essendo i cannabinoidi molecole lipofile, vengono assorbiti facilmente dagli olii. Questo metodo riduce al minimo i rischi di residui nocivi ma richiede tempo e comporta concentrazioni finali basse;
  • estrazione tramite solvente – prevede l’utilizzo di un solvente liquido. È un metodo molto semplice ed economico ma comporta rischi di esplosione del solvente e di residui nocivi nel prodotto finale;
  • estrazione con CO2 – consiste nel sottoporre l’anidride carbonica ad alta pressione e temperatura. Ciò fa assumere alla CO2 uno stato ibrido, tra il solido e il gassoso. È un procedimento sicuro e consente di ottenere un prodotto di altissima qualità ma è piuttosto complesso e dispendioso.

Quali sono i suoi benefici

Solo di recente si è iniziato a studiare il possibile utilizzo medicale dei cannabinoidi ma la ricerca scientifica ha già individuato alcuni campi di applicazione di queste sostanze nel trattamento di diverse malattie.

Per questo i prodotti a base di cannabidiolo vengono spesso ricercati per i loro effetti sulla nostra salute e, tra questi, l’olio di CBD ricopre un ruolo fondamentale.

I maggiori siti di commercio del settore associano questo prodotto diversi effetti benefici tra cui:

  • azione ansiolitica nei disturbi legati all’ansia e allo stress;
  • azione analgesica, per trattare i dolori cronici in patologie come la sclerosi multipla;
  • azione antinfiammatoria, che aiuta a lenire i disturbi legati a malattie come la psoriasi;
  • azione antispasmodica, per limitare le contrazioni muscolari involontarie tipiche di numerose condizioni patologiche.

Tra le caratteristiche più amate dell’olio di CBD vi è la completa assenza di effetti collaterali dovuta alla sua natura di prodotto totalmente naturale. L’unico rischio è di assumere sostanze nocive ma solo quando il processo di estrazione del cannabidiolo non è stato effettuato correttamente.

Alcune delle proprietà sopra descritte risultano utili anche in un altro campo collaterale alla salute, vale a dire la cura del corpo in senso generale.

Per questo motivo l’olio di CBD è ricercato anche come “cosmetico” per combattere i segni del tempo come le rughe e le imperfezioni della pelle.

È importante tener presente che la tipologia dell’olio può influire sulla sua efficacia.

In commercio ne esistono principalmente 3 varietà:

  • CBD isolato – una formulazione di cannabidiolo puro al 99%;
  • CBD broad spectrum – che contiene diverse altre sostanze come flavonoidi e terpeni;
  • CBD full spectrum – ancora più ricco del precedente, contiene anche piccolissime quantità di THC.

Per avere i migliori risultati la scelta dovrebbe ricadere sugli ultimi 2, in quanto la presenza di tante altre sostanze comporta l’attivazione del cosiddetto “effetto entourage”. Ciò significa che il CBD agisce sinergicamente con tutti gli altri elementi moltiplicando la propria efficacia.

Per quanto il CBD full spectrum contenga THC non si deve temere di subirne gli effetti narcotici in quanto la bassa concentrazione, al di sotto del limite di legge, impedisce che si verifichino.

In conclusione

Abbiamo spiegato cosa sia l’olio di CBD e quali effetti abbia sulla salute e sulla cura del corpo.

Si tratta certamente di un prodotto interessante per chiunque sia orientato verso articoli naturali al 100%.

Naturalmente è consigliabile porre molta attenzione alla qualità dei propri acquisti per non rischiare eventuali problemi alla propria salute.

Per questo è fondamentale ricercare questi prodotti solo presso rivenditori seri e affidabili, come lo shop Justbob.ch, leader nel settore svizzero della Cannabis.

La salute viene prima di tutto e rovinarsela proprio per aver sbagliato nell’acquisto di un prodotto “per la salute” sarebbe davvero il colmo.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 24-11-2021


Emorroidi esterne ed interne: quali differenze?

I figli con la carta di credito: fra controllo genitoriale e libertà economica