Il Principe Harry presto in Italia: dove, come e quando incontrarlo!

Che venisse il Principe Harry in Italia, proprio non ce l’aspettavamo! Dopo la nascita del Royal baby, pensavamo volesse godersi un po’ il figlioletto…ecco che cosa lo porta qui!

Lo sappiamo che non potete proprio resistere, quindi ve lo diciamo subito: vedremo il Principe Harry in Italia! Verrà in occasione di un evento di beneficienza e arriverà a Roma venerdì 24 maggio 2019. Si tratta di una raccolta fondi per Sentebale, un’organizzazione che fornisce assistenza materiale e psicologica per i giovani orfani e per le persone affette da HIV in Lesotho, Botswana e Malawi.

Un impegno di lavoro improrogabile per una causa nobile, quindi, che terrà lontano da Frogmore Cottage il neo-papà. Speriamo che Meghan Markle non si arrabbi, anche perché la visita in Italia dovrebbe durare solo un giorno. Chissà se anche lei userà l’account Instagram condiviso per controllarlo durante le sue trasferte di lavoro…

Principe Harry in Italia: dove trovarlo?

Per partecipare alla raccolta fondi organizzata da Sentebale, la charity di Harry, e competere nella Sandabale ISPS Handa Polo Cup del 2019, il Principe più scalmanato di sempre si recherà presso il Roma Polo Club, in via dei Campi Sportivi 43. 

Anche se non siete appassionate di polo, siamo sicure che il 24 maggio vi troveremo là davanti in moltissime! Fate attenzione, però. La visita del Principe, infatti, dovrebbe durare solo una giornata. Chissà se il bel principe avrà tempo di fare qualche foto con le numerose fan che accorreranno a vederlo…

Sentebale, l’organizzazione di Harry in memoria di Lady D

Sentebale è stata fondata nel 2006 dal principe Seeiso del Lesotho e dal Duca di Sussex, Harry. Il nome dell’associazione di beneficienza era stato spiegato proprio dal principe dai capelli rossi in occasione degli Invictus Games del 2014 (di cui il Principe ha annunciato da poco sui social l’edizione del 2020, ndr).

In sesotho (lingua del regno africano) sentebale significa ‘non dimenticarmi’ e ai due fondatori “sembrava un modo in cui potevamo ricordare le nostre madri, che hanno lavorato entrambe per i bambini vulnerabili e per le persone affette da AIDS.”.

Facendo questo ho sentito veramente di poter seguire le orme di mia madre e tenere viva la sua eredità“, aveva spiegato il principe inglese, sempre agli Invictus Games. Un omaggio alla mamma Lady Diana, quindi, quello di Harry per tutti i malati di AIDS di Botwsana, Malawi e Lesotho.

ultimo aggiornamento: 15-05-2019

X