La salernitana Dora Lagioia è morta tra venerdì e sabato notte cadendo dal balcone della casa del fidanzato, a 12 metri di altezza.

Purtroppo non c’è stata speranza per la trentenne Dora Lagioia: la ragazza, originaria di Salerno, si era recata a casa del suo fidanzato a Potenza per trascorrere la serata. Le cose però non sono andate come previsto: la donna, infatti, è precipitata dal balcone dell’appartamento, situato al quarto piano e a più di 12 metri di altezza.

Proprio il suo fidanzato ha provveduto a chiamare subito i soccorsi e, per quanto il personale del 118 “Basilicata Soccorso” sia stato rapido nel trasportare la ragazza all’ospedale San Carlo, purtroppo lei non ha reagito come si sperava ai numerosi tentativi di rianimazione. Le ferite riportate, infatti, erano troppo gravi e profonde. Gli inquirenti stanno già indagando sulla vicenda: ciò che si sa è che il fidanzato non risulta indagato, tuttavia, non si esclude nessuna pista.

Stessa cosa dicasi per famiglia, parenti e amici della ragazza: per questo motivo, le indagini stanno vertendo sulla ricerca di indizi utili per ricostruire l’accaduto, quali tracce della serata sui social (secondo cui la salernitana è andata in giro per locali col suo compagno) e sul cellulare. Ciò che si sa è che nessuno ha sentito nulla se non al momento dell’arrivo dei soccorsi.

Nonostante la difficoltà nel ricostruire la dinamica, nessuno tende a pensare che la ragazza avesse deciso di buttarsi dal balcone intenzionalmente, escludendo dunque l’ipotesi di suicidio: Dora, infatti stava attraversando un periodo florido dal punto di vista lavorativo, in quanto aveva appena ottenuto un posto da insegnante a Potenza, motivo per cui aveva lasciato la sua città d’origine.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 10-10-2021


Londra, Gemma Louise da record: è diventata nonna a 33 anni

Delitto dell’Olgiata, dopo dieci anni l’assassino torna libero