Posizioni yoga in gravidanza

Le migliori posizioni yoga in gravidanza per prendere confidenza con il proprio corpo e migliorare le tecniche di respirazione.

chiudi

Caricamento Player...

Durante la gravidanza si possono svolgere una serie di esercizi per raccogliere forza fisica, mentale ed emotiva e prendere consapevolezza del proprio corpo e dell’esperienza che si sta vivendo. Gli asana, ovvero le posizioni, servono a preparare fisicamente al parto, ma anche psicologicamente aiutano a migliorare la tecnica del respiro. Ecco alcune posizioni yoga in gravidanza da svolgere in serenità.

Connettere il corpo e la mente al bambino con le migliori posizioni yoga in gravidanza.

Virabhadrasana II, ovvero la posizione del Guerriero II, aiuta a migliorare la resistenza, ad allungare i fianchi a a collegare il respiro al movimento. Per eseguirla mettersi in piedi di traverso sul lettino con le gambe divaricate, ruotare il piede sinistro a sinistra e aprire le braccia in fuori in modo che siano parallele al pavimento. Piegare il ginocchio sinistro fino a portarlo sopra, ma non oltre, la caviglia sinistra. Mantenere la posizione per un respiro e passare poi alla posizione del Guerriero invertita. Dalla posizione precedente, appoggiare dunque la mano destra sulla gamba destra e allunga il braccio sinistro sopra la testa, in modo da distendere com­pletamente il lato sinistro del corpo in un lungo arco. Con lo sguardo, fissa un punto in alto o in basso e mantieni la posizione.

La parsvakonasana, ovvero la posizione laterale ad angolo, si effettua espirando e appoggiando l’avambraccio sinistro sulla coscia sinistra. Bisogna poi distendere il braccio destro lungo l’orecchio destro e mantenere la posizione per un respiro. Ripetere questa sequenza 3 volte per lato, accompagnando sempre il movimen­to con il respiro. Per effettuare la Anjaneyasana, ovvero la posizione della Falce di Luna, mettersi a carponi e appoggiare le ma­ni sui mattoni. Spostare poi in avanti un piede tra le mani eseguendo un affondo non molto profondo.