È la pistola usata da Sean Connery nel primo film della saga di 007, vale 200mila dollari e il prossimo 3 dicembre andrà all’asta.

Il 3 dicembre 2020 sarà una giornata speciale per gli appassionati di cinema, perché andrà in scena la “Icons & Idols TRILOGY: Hollywood”, una vendita all’asta con un catalogo di oltre 500 cimeli legati alla settima arte. Uno dei pezzi più pregiati è la prima, mitica pistola di James Bond sul grande schermo, la Walther PP che il grande Sean Connery impugnava sin dalla locandina del film Agente 007 – Licenza di uccidere, nel 1962.

All’asta la pistola Walther PP di James Bond

Nel film la pistola ha un ruolo centrale, perché viene praticamente “imposta” dai capi del servizio segreto britannico al giovane Bond, riluttante a lasciare la sua vecchia Beretta mal funzionante. In realtà, la Walther PP si dimostra una valida alleata dell’agente segreto più famoso del mondo, capace di colpire “come un mattone attraverso una finestra”, e da lì in avanti 007 userà armi da fuoco della Walther in ben 25 film e per oltre mezzo secolo.

Secondo Martin Nolan, direttore esecutivo della casa d’aste Julien’s, “La sagoma di 007 che impugna questa pistola diventerà l’immagine più iconica del franchise di James Bond e uno dei riferimenti alla cultura pop più riconoscibili di tutti i tempi”.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

007
Fonte foto: https://www.facebook.com/JamesBond007IT/

Un cimelio dal valore record (anche in ricordo di Sean Connery)

Non stupisce quindi scoprire il prezzo della base d’asta di questo cimelio d’eccezione, valutato tra i 150.000 e i 200.000 dollari ma destinato con ogni probabilità a salire. Sulla pistola infatti peserà non solo l’attenzione di cinefili e fan della saga inventata dalla penna di Ian Fleming, ma anche il fattore sentimentale legato alla recente scomparsa di Sean Connery, che resta probabilmente il volto più tradizionalmente abbinato a James Bond.

Ma l’asta “Icons & Idols TRILOGY: Hollywood”, che si svolgerà sia nella sede di Julien’s a Beverly Hills che online, prevede anche la vendita all’incanto di altri cimeli degni di nota, come un casco da pilota indossato da Tom Cruise inTop Gun, la giacca di Brad Pitt in Fight Club e uno scudo di Russell Crowe ne Il Gladiatore.

Sean Connery e 007, un legame indissolubile

La foto che ritrae Sean Connery che impugna la Werther PP resta nella storia del cinema e dello spettacolo e sancisce il trionfo del compianto attore scozzese nei panni dell’agente segreto britannico.

Il debutto in Agente 007 – Licenza di uccidere – in originale Dr. No – è stato subito segnato da un grande successo, che ha reso la pellicola un fenomeno mediatico capace di conquistare un incasso di quasi 60 milioni di dollari (con un budget di produzione di un solo milione di dollari), grazie anche alla presenza della prima Bond-girl, Ursula Andress, che in una scena sfoggia il leggendario bikini bianco da lei stessa disegnato.

Connery interpretò James Bond in altri 4 film, fino al 1967 (A 007, dalla Russia con amore; Agente 007 – Missione Goldfinger; Agente 007 – Thunderball; Agente 007 – Si vive solo due volte), prima di cedere il ruolo a George Lazenby per Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà. Convinto dalle insistenze della produzione e dalle richieste del pubblico, decise poi di “ridiventare” 007 nel film Agente 007 – Una cascata di diamanti, prima di passare il testimone a Roger Moore.

L’attore inglese darà il volto a James Bond per ben 7 film, dal 1973 al 1985, pur senza mai scalfire del tutto l’iconicità di Connery; gli succederà Timothy Dalton, che dopo due soli film lascerà il ruolo a Pierce Brosnan, fino ad arrivare a Daniel Craig, che possiamo definire il James Bond “in carica” (ormai dal 2006 e 5 film, compreso il prossimo No Time to Die in uscita nel 2021).

Fonte foto: https://www.facebook.com/JamesBond007IT/


Imma Tataranni: la stagione 2 si fa!

Sherlock Holmes: girando il film Robert Downey Jr. è stato picchiato per davvero