Paolo Villaggio shock: le dichiarazioni inaspettate dell’attore

Paolo Villaggio parla degli ultimi anni della sua vita nella solitudine, aggrappato a un solo amico e alla famiglia

chiudi

Caricamento Player...

Paolo Villaggio ha compiuto 84 anni lo scorso 30 dicembre e il mitico Ragionier Fantozzi ha deciso di rilasciare una lunga intervista al settimanale Oggi, in cui ha parlato degli ultimi anni della sua vita, ammettendo di soffrire di solitudine perchè, nonostante la fama e il successo, gli resterebbe un solo amico fedele e la sua amata famiglia. “L’unico amico che ho: Paolo Fresco, che è stato anche il mio compagno di banco (…) Solo uno. Ho sempre pensato di essere una persona divertente da frequentare per il clima che riuscivo a creare, ma il giorno che mi sono ritirato dalle notti romane, circa due anni fa, non ho trovato più nessuno di quegli amici occasionali che frequentavo. Oggi non esco più, prima uscivo tutte le sere e senza mai annoiarmi. Poi ho capito che Roma è una città che offre molto poco, soprattutto dal punto di vista umano.” In un mare di malinconia, l’attore ha ammesso di essere legato davvero solamente alla sua famiglia, composta dalla moglie, i figli e i due cani: “Nell’ordine: voglio bene a mia moglie, ai miei due figli, ai miei due cani.”

L’annuncio della morte

Qualche tempo fa, Paolo Villaggio fece parlare di sè con l’annuncio della sua morte imminente che fece tremare il mondo dello spettacolo.

Ora l’attore, durante l’intervista al settimanale, ha ammesso di aver annunciato la sua morte sono per finire nuovamente sui giornali e far parlare di sè.

“Io ho annunciato più volte la mia morte perché ho sempre avuto un interesse speciale a sopravvivere. Annunciare la morte è stato un modo banalissimo, quindi criticabile, per uscire sui giornali. Alimentare l’idea di stare sul punto di morte è stato uno strumento per celebrami e far parlar di me. Insomma mi mantengo in vita perché, in fondo, voglio vivere.”

 

Paolo Villaggio
Fonte: Comingsoon.it