Covid, i sintomi sono cambiati: secondo uno studio inglese, i pazienti non mostrano più febbre, tosse e perdita di olfatto, sintomi classici dell’infezione da Coronavirus.

Tutto cambia, anche i sintomi del Covid. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, tra i sintomi più comuni non ci sarebbero più tosse e perdita di gusto e olfatto. Con il passare dei mesi si sarebbero registrate delle mutazioni anche nei sintomi, seppur lievi. Lo ha dimostrato uno studio realizzato nel Regno Unito su un campione di circa 19mila persone tra i mesi di maggio e dicembre 2020. Di questi, circa il 40% non aveva nessuno dei tre sintomi considerati classici del Covid, ovvero la febbre, la tosse secca e la perdita di gusto e olfatto. Ecco il motivo e quali sono i nuovi sintomi da tenere sotto controllo.

Covid, i sintomi sono cambiati: ecco il motivo

Lo studio non riporta un cambiamento integrale della sintomatologia. Le sindromi simil-influenzali rimangono predominanti tra i pazienti Covid. Tuttavia, si sarebbe verificata una modifica nei sintomi ritenuti come classici, ormai non sempre presenti. Come spiegato da Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale e delle cure primarie, tra i sintomi riscontrati al momento c’è sì la febbre (anche non alta), ma soprattutto un senso di spossatezza che può durare anche per un lungo periodo.

Tossire nel gomito
Tossire nel gomito

Ma cosa ha prodotto questo cambiamento di sintomi? A quanto pare la maggior diffusione anche tra i giovani, ora più colpiti rispetto alla prima ondata. Le persone con età anagrafica più bassa manifestano raramente la polmonite, più frequente in soggetti anziani. Non dovrebbe esserci invece correlazione con le varianti, la cui sintomatologia è pressoché uguale a quella del virus originale.

Quali sono i nuovi sintomi del Covid?

Non solo tosse o febbre. Tra i sintomi più diffusi del Coronavirus ci sono in questo periodo un senso generale di malessere, mal di testa, nausea e diarrea, seppur più raramente. Anche l’alterazione o la perdita temporanea di gusto e olfatto sembrerebbe essere diventato un sintomo meno comune, con un aumento invece di casi di dolori addominali e problemi gastrointestinali. Non bisogna però generalizzare o trarre conclusioni affrettate: questi sintomi possono infatti essere collegati anche ad altri virus o malanni stagionali.

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 14-04-2021


In vendita la lussuosa villa che fu set del film “Il Padrino”

“LOL: Chi ride è fuori”: è partita la The LOL Challenge su TikTok