Come si chiamano i Barbapapà: i nomi e la storia dei blob colorati protagonisti di libri, film e serie televisive amate da grandi e piccini.

I Barbapapà sono tra i personaggi di libri e fumetti per bambini più amati al mondo da oltre cinquant’anni! Questi buffi blob capaci di trasformarsi in ogni cosa piacciono a grandi e piccini per la loro simpatia ma anche per la capacità di trasmettere messaggi importanti. Molti però spesso confondono i loro nomi: come si chiama il Barbapapà nero? E quello giallo? Rinfreschiamoci la memoria!

Personaggi dei Barbapapà: i nomi

Il nome Barbapapà si riferisce al blob rosa che funge da padre di famiglia. Per estensione il suo nome viene però riferito a quello dell’intera famiglia, diventandone una sorta di cognome.

Barbapapà
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/comic-con-convenzione-fumetto-2214289/

Se Barbapapà è il padre, la mamma si chiama ovviamente Barbamamma, ed è rigorosamente di colore nero. Dalla loro unione nascono i sette simpatici figli, tutti co-protagonisti nelle loro storie e tutti differenziati non solo per colore, ma anche per carattere:

Barbabella, di colore viola, la bella della famiglia, amante dei gioielli e dei profumi;
Barbaforte, di colore rosso, lo sportivo-ribelle sempre avvolto in una mantellina alla Sherlock Holmes;
Barbalalla, di colore verde, la musicista amante di botanica ed ecologia;
Barbabarba, nero e peloso, dall’animo artistico, molto bravo nella pittura;
Barbottina, di colore arancione, l’intellettuale dotata di un’ironia pungente;
Barbazò, il Barbapapà giallo, l’amante della natura e degli animali, di professione dottore e veterinario;
Barbabravo, di colore blu, lo scienziato dalle idee fin troppo audaci!

A completare il quadro familiare c’è poi Lolita, una simpatica cagnolina a macchie legata in particolar modo a Barbaforte.

Cosa sono i Barbapapà?

I Barbapapà sono i protagonisti dell’omonima serie di libri per bambini creata da Annette Tison e Talus Taylor e pubblicata la prima volta nel 1970 in Francia. Dall’iniziale successo dei libri, la loro storia è stata tradotta in oltre trenta lingue in tutto il mondo e riportata in alcune serie di fumetti, in diversi film e in molte serie animate, la prima datata 1974, l’ultima molto più recente, del 2019.

La storia dei Barbapapà

Tornati in auge in Italia anche nel 2021, dopo essere stati citati da Giorgia Meloni in un intervento alla Camera il 18 gennaio 2021 (nell’occasione la leader politica ha paragonato il premier Giuseppe Conte a un Barbapapà per il suo trasformismo), i simpatici blob sono protagonisti di libri, serie tv e molto altro.

La loro storia è molto semplice. Barbapapà nasce spuntando dal sottosuolo del giardino di una casa. La sua grande presenza spaventa in un primo momento gli adulti che risiedono in quella abitazione, ma lo rende subito simpatico ai loro due bambini, Francesco e Carlotta, che stringono amicizia con il blob, diventando suoi compagni di giochi.

Se all’inizio l’essere rosa è però emarginato, vittima della diffidenza della società, nel corso del tempo la sua capacità di trasformarsi si rivelerà utile anche agli adulti. Dopo essersi quindi guadagnato la fiducia dei grandi, Barbapapà scopre di sentirsi solo. E così con l’aiuto degli amici Francesco e Carlotta si mette in viaggio alla ricerca di una Barbamamma. La trova proprio nel giardino in cui è misteriosamente spuntato lui e insieme formano la famiglia simpatica e colorata che tutti noi amiamo!

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/comic-con-convenzione-fumetto-2214289/

I bonus per le donne (mamme e non): ecco le agevolazioni


Qual è la differenza tra domicilio, residenza e abitazione?

Tutto quello che c’è da vedere a Procida, meravigliosa isola nel golfo di Napoli