Mickey Rourke vicino al suicidio? Salvato dai cani…

Un gesto estremo quello che stava per compiere Mickey Rourke fermato per un soffio dal suo cane

Una vita da star non significa una vita rose e fiori e anche un attore del calibro di Mickey Rourke può attraversare periodi di estrema difficoltà e depressione fino ad arrivare a tentare di togliersi la vita per fuggire da un mondo a cui non crede di appartenere più. Ma Mickey Rourke ha avuto la fortuna di trovare un amico a 4 zampe, nel posto giusto e nel momento giusto che lo ha fatto riflettere e cambiare idea sul suicidio. E’ successo a Los Angeles mentre era in corso la proiezione del documentario Eating Happiness, che tratta del traffico illegale di carne di cane in Oriente, Mickey Rourke, secondo quanto ha deciso di rivelare, stava passando un periodo difficileStavo attraversando un periodo pessimo, mi facevo del male e un giorno me ne stavo seduto chiuso nell’armadio. Non ce la facevo più e ho preso una pistola; Stavo decidendo su quale parte della testa puntare la pistola, poi mi ha guardato per dirmi ‘Chi si prenderà cura di me?’ E mi ha costretto a posare l’arma. Ero pronto a ripartire.

Le dipendenze, l’aiuto dei cani

Divenuto una star e un sex symbol internazionale grazie al ruolo bollente in 9 settimane e mezzo, Mickey Rourke ha poi avuto un trascorso pericoloso tra alcol e droghe che lo hanno in gran parte rovinato, ma anche la chirurgia estetica mal riuscita lo ha reso irriconoscibile ai molti fan che lo adoravano proprio per il suo bel viso. Con gli anni Mickey Rourke ha avuto delle crisi di depressione che sono poi sfociate nel terribile pensiero di farla finita; per fortuna, è intervenuto Beau Jack, uno dei suoi 6 cani che con uno sguardo di affetto ha saputo dare all’attore la fiducia che cercava: Ha pianto e mi ha parlato con i suoi occhi. Mi trovo meglio con i cani che con le persone.

Fonte: Tgcom24
Fonte: Tgcom24

Fonte foto: wikipedia

ultimo aggiornamento: 04-11-2015

Roberta Picco

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X