Anche Michelle Hunziker è stata vittima di ricatti sessuali

Michelle Hunziker è una donna che non ha mai ceduto: a Oggi ha raccontato di quante volte si è vista costretta a dire di no ai ricatti per di fare carriera, ma…

La conduttrice Michelle Hunziker ha raccontato al settimanale Oggi di esser stata costretta, nel corso della sua carriera, a dire molti no per fronteggiare innumerevoli ricatti. “Le giovani donne sono piene di sogni, di speranze, e sono esposte al rischio di lasciarsi infinocchiare da manipolatori che fanno promesse, le usano e le gettano via. Noi invece dobbiamo insegnare loro che col ricatto sessuale non si arriva da nessuna parte“.

Durante l’intervista, tutta sul tema del #Metoo, ha voluto mettere in chiaro che le giovani donne non devono lasciarsi manipolare. Le donne adulte che acconsentono, invece, non sono più vittime, ma diventano corresponsabili.

Michelle parla di parità di genere e femminismo

La conduttrice non si dilunga a spiegare che cosa le è successo, ma decide di usare la sua voce in difesa delle ragazze che subiscono questi indecenti ricatti, attaccando allo stesso tempo coloro che vi cedono, mancando di rispetto a loro stesse.

Aurora Ramazzotti e Michelle Hunziker
Aurora Ramazzotti e Michelle Hunziker

La Hunziker finisce col parlare anche di femminismo e parità di genere: un argomento che da anni rimane sempre sensibile e difficile per molte donne. Ma non le sue figlie e la sua amica e socia Giulia Bongiorno:

Sole e Celeste sono ancora piccole, ma Aurora è una femminista progressista nell’anima, come me. Ha idee chiarissime su questi temi, è molto determinata ed equilibrata, senza perdere dolcezza e femminilità“.

L’amica Giulia Bongiorno, invece, “ha tutto per diventare la nostra prima premier. Perché è pragmatica, determinata, diretta“.

Michelle Hunziker parla anche da madre

Con grande calma, la conduttrice parla ai genitori come una madre che cerca di trasmettere alle figlie il coraggio e la forza di non cedere mai.

Se le bimbe vedono una madre remissiva, vittima, riconosceranno per sempre nella donna un ruolo debole e diventeranno a loro volta donne che accettano violenze, e i bimbi uomini che la esercitano sulle donne.

Ai figli bisogna insegnare a riconoscere la forza delle donne, anche se talvolta siamo noi le prime a non riconoscerla a noi stesse…”, ha spiegato a Oggi.

ultimo aggiornamento: 04-07-2019

X