Mascherine obbligatorie a lavoro fino a giugno: questa la decisione del vertice tra Inail e ministeri del Lavoro, Salute e Sviluppo.

La pandemia da Covid-19 non molla la presa, motivo per cui l’Inail e i ministeri del Lavoro, della Salute e dello Sviluppo Economico hanno deciso di mantenere le mascherine obbligatorie a lavoro “almeno fino a giugno“. Una decisione sofferta ma inevitabile, soprattutto visto che la curva dei contagi non accenna a invertire la sua marcia.

Mascherine obbligatorie a lavoro fino a giugno: la decisione

Nel corso del vertice di mercoledì 4 maggio tra l’Inail e i ministeri del Lavoro, della Salute e dello Sviluppo Economico è stata presa una decisione molto importante per quel che riguarda l’utilizzo delle mascherine a lavoro. Il dispositivo di protezione contro il Covid-19, visto l’andamento della pandemia, resta obbligatorio in tutti i luoghi aziendali, sia al chiuso che all’aperto. Allo stesso modo, le norme anti contagio, comprese sanificazione e gestione degli spazi, resteranno in vigore “almeno fino a giugno“.

Bene il mantenimento della validità del Protocollo così com’è in tutte le sue parti, e consideriamo utile fare una successiva e prima verifica a giugno. E’ importante che oggi sia l’Inail che il ministero della Salute nel loro intervento abbiano ribadito che i rischi Covid sono ancora presenti. La pandemia purtroppo non è ancora finita“, ha dichiarato Francesca Re David, segretaria confederale della Cgil. Pertanto, a giugno ci sarà un altro vertice in modo da decidere il da farsi sulle mascherine e su tutte le altre norme anti Covid.

ragazzi con mascherina

Quando scadranno le norme anti Covid: la data probabile

La segretaria confederale della Uil, Ivana Veronese, ha sottolineato che le mascherine continueranno ad essere fornite gratuitamente dal datore di lavoro. In attesa di scoprire quando scadranno tutte le norme anti Covid, possiamo comunque fare una previsione sulla data. Molto probabilmente, il 15 giugno, visto che in questo giorno tutte le altre restrizioni ancora attive finiranno nel dimenticatoio. Questa, almeno, è la speranza.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

coronavirus

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 04-05-2022


Salento, dove andare in vacanza per respirare “lu sule, lu mare e lu jentu”

Eurovision, Booking offre un soggiorno Vip: l’incontro con Conchita Wurst è compreso