Mascherina si ma senza rinunciare al trucco. Ecco i prodotti consigliati dagli esperti per un make up impeccabile e a prova di antimacchia.

Fondotinta e mascherina: per l’universo femminile è diventando un vero dilemma. Le donne che sono solite utilizzare tutto il giorno e tante ore la mascherina sul luogo di lavoro sanno bene che questa potrebbe facilmente macchiarsi con il make up utilizzato, come fondotinta, terra e rossetti. Ma vediamo cosa ci suggeriscono gli esperti per evitare tutto ciò: in una sola parola il trucco no transfer.

Trucco no transfer e mascherina: i vantaggi

Prima dell’uso quotidiano della mascherina, il fondotinta no Transfer si era già rivelato un ottimo alleato per le donne. Con la sua formulazione specifica questo prodotto ha sempre evitato il trasferimento sui vestiti e su altri tessuti. Un processo che spesso si manifesta proprio in presenza di temperature calde o all’umidità. Con l’avvento della pandemia invece, a mettere a dura prova il nostro make up è stato proprio l’uso giornaliero della mascherina.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

struccarsi
struccarsi

Il fondotinta no transfer è dunque amatissimo e super consigliato sotto la mascherina e soprattutto durante la stagione invernale in cui si indossano abiti più accollati e che inevitabilmente entrano a contatto anche con il nostro make up. Inoltre, si rivela anche il make up ideale in caso di camicia bianca proprio perché è in grado di evitare la formazione di bordi scuri ed antiestetici sul colletto della camicia e che in seguito risulterà anche, non facile da smacchiare.

Il trucco da applicare sotto la mascherina

Infine è importante ricordare che per garantire un make up no transfer e a prova di mascherina, bisognerà sempre eseguire prima una buona pulizia del viso con prodotti specifici e successivamente idratarla. Solamente dopo questi due fondamentali passaggi, l’applicazione di un make up no transfer ci potrà assicurare il giusto risultato e la giusta tenuta anche se sarà coperto da una mascherina.


Prurito dopo la doccia, cause: cosa fare per provare sollievo?

L’influenza è sparita, ma perché il Coronavirus no?