Il codice della strada visto dal Mago Forest: tutte le novità introdotte con il Decreto Semplificazioni spiegate una volta per tutte dal comico protagonista anche a Che tempo che fa.

Una delle novità che più hanno fatto discutere del Decreto Semplificazioni è stata l’introduzione di importanti novità nel Codice della strada. Le nuove regole hanno infatti portato alla nascita di interpretazioni contrastanti, che hanno già creato non poca confusione. Per scherzare su questo caso e provare a fare un po’ di chiarezza, TV Sorrisi e Canzoni ha chiesto al Mago Forest di interpretare le nuove regole. Ed ecco le sue esilaranti risposte!

Mago Forest: le novità del Codice della strada

Una delle novità più importanti del nuovo Codice è la possibilità di ricevere multe anche da parte di netturbini o dipendenti delle imprese di pulizie, qualora l’infrazione impedisse loro di svolgere il proprio lavoro. Questo il commento di Forest: “Io sono avvantaggiato, perché la mia macchina è così vecchia che è facile confonderla con un cassonetto, quindi continueranno a svuotarmela e basta. Credo che il passo successivo sarà quello di autorizzare i netturbini a tritare tra i rifiuti le macchine parcheggiate male. Alcune regioni virtuose già lo fanno“.

Grandi novità anche per i tanti ciclisti che circolano ogni giorno per le nostre strade. Sulle strade urbane con un limite di 30 km all’ora e provviste di una corsia ciclabile a doppio senso, potranno muoversi in entrambi i lati, anche contromano rispetto alle auto. Una novità che ha creato confusione, proprio perché riferita solo a un determinato tipo di strada. E anche Forest non sembra aver ben capito: “Ricapitolando… se ho capito bene le auto potranno andare contromano sulle piste ciclabili, o sbaglio? Forse sbaglio, per sicurezza per i primi mesi guiderò la macchina solo sul marciapiedi… la prudenza non è mai troppa“.

Mago Forest
Mago Forest

Altra norma che ha creato perplessità, più che confusione, è l’introduzione del limite di 30 km orari in nuove zone urbane. Ecco il pensiero del Mago al riguardo: “Un plauso alla Ferrari che è da un bel po’ che si è adeguata al limite. Quello che mi preoccupa è che stando quasi fermi, oltre al bollo, ci impongano di pagare sulla macchina pure l’Imu come immobile. Questi per fare cassa se ne inventano una più del diavolo“.

Se la possibilità di introdurre Ztl in prossimità delle scuole non preoccupa Forest (“Io a scuola non ci sono mai andato neanche da piccolo“), maggior preoccupazione nasce dalla possibilità di poter piazzare autovelox anche nel centro storico e su ogni strada urbana: “Preferisco le multe fatte dai netturbini, con tutti questi autovelox si perderà il rapporto umano, anche se devo dire che l’uso dell’autovelox l’ho sempre trovato un grande segno di cività, soprattutto perché io uso quasi sempre la macchina di mia moglie e le multe arriivano a lei“.

Autovelox

Se nemmeno Forest sembra aver capito lo spostamento dei termini per la revisione a causa del Coronavirus, un ultimo commento il Mago lo concede su un’altra importante novità: potranno circolare in autostrada anche i veicoli a tre ruote di cilindrata uguale o superiore a 250 cm cubi e con potenza non inferiore a 15 kw.

Questa è proprio una bella idea… finalmente! È ora di finirla con queste discriminazioni e con la brutta abitudine di giudicare i mezzi da quante ruote hanno, ognuno ha diritto di girare con le ruote che sente. Io non ho veicoli a tre ruote, ma per approfittare dell’occasione smonterò una ruota alla mia Passat e me ne andrò liberamente a spasso per l’autostrada. Spero di incontrarci Cremonini con la Vespa 50 Special e Rovazzi col suo trattore” ha detto.

Scopro le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19

TAG:
Codice della Strada Mago Forest

ultimo aggiornamento: 25-09-2020


Luca Zingaretti è “Il Re”: tutto sulla serie TV Sky

Coronavirus: ecco perché l’Italia sta meglio rispetto al resto d’Europa