Danish Hasnain, lo zio di Saman Abbas, è stato arrestato dalla polizia francese. Ora è in arresto con l’accusa di omicidio.

Danish Hasnain, lo zio di Saman Abbas, è stato bloccato in esecuzione di un mandato d’arresto europeo. Questa mattina la polizia francese ha fatto irruzione in un appartamento alla periferia nord di Parigi, nel quartiere di rue de Bastion, dove è stato ritrovato l’uomo in compagnia di alcuni connazionali. La gendarmerie ha agito in collaborazione con i carabinieri di Reggio Emilia portando a termine con esito positivo un’operazione investigativa che si protraeva da mesi.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

L’arresto grazie al monitoraggio social

Lo zio di Saman ora si trova in stato d’arresto, con l’accusa di essere l’esecutore materiale del delitto. Al momento l’uomo è trattenuto presso il comando della polizia francese in attesa dell’esecuzione degli atti. Successivamente sarà trasferito in un carcere parigino.

L’arresto è stato possibile grazie al tracciamento dei profili social dell’uomo. Così è stato rivelato oggi durante la conferenza stampa tenuta dai carabinieri di Reggio Emilia. Analizzando gli elementi dei profili social di Hasnain le autorità sono riuscite a risalire all’indirizzo ip in Francia.

Danish Hasnain, indagato insieme ad altri cinque parenti, è ritenuto l’esecutore del delitto della giovane pachistana, Saman Abbas. Contro di lui la testimonianza del fratello minore di Saman. Secondo quanto registrato nel verbale:

“Secondo me l’ha uccisa strangolandola, anche perché quando è venuto a casa non aveva nulla in mano.”

La procuratrice Isabella Chiesi del comando provinciale di Reggio Emilia non ha dubbi: “Riteniamo che fosse la mente di questo progetto criminoso pazzesco.”

Quarto Grado

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 22-09-2021


Savona: 27enne muore dopo aver partorito, il neonato è in condizioni critiche

Sara Pedri, le parole confessate alla sorella: “Qui è un inferno”