Le scalinate più ripide del mondo: luoghi non adatti per chi soffre di vertigini

Alla scoperta delle scalinate più ripide del mondo. Quando la fatica della salita regala in cambio delle vedute spettacolari.

Quali sono le scalinate più ripide del mondo? Ne esistono di diverse e sparse sull’intero globo terrestre. Si tratta di luoghi unici certo non adatti per coloro che soffrono di vertigini.

Per gli altri fortunati, invece, dopo aver affrontato la fatica della salita avranno in premio l’opportunità di gustarsi dall’alto panorami da togliere il fiato. Vere e proprie meraviglie naturali capaci di ricaricare e far desiderare di ripetere l’esperienza.

Dove trovare le scalinate più spettacolari

Essendo sparse un po’ ovunque non è difficile imbattersi in una di esse, magari nel bel mezzo di un viaggio alla scoperta delle meraviglie del pianeta. Vediamo quindi insieme dove scovarle.

Colombia: La Roccia di Guatapé consta di ben 702 scalini. Talmente alta da assomigliare ad una montagna con al centro una profonda frattura rappresentata, appunto, dalla scalinata. Si tratta di un monolite in pietra la cui altezza è pari a 220 metri. I passaggi sono fatti di cemento e costruiti dentro la roccia. Il tutto usando una fenditura naturale.

Isola di Sant’Elena: La scalinata di Jamestown è la più lunga del mondo e si trova nella terra dove ha vissuto gli ultimi giorni di vita Napoleone Bonaparte. La sua costruzione risale al 1829. L’intento era quello di collegare Jamestown alla guarnigione sulla Ladder Hill. Oggi è invece considerata la principale attrazione turistica dell’isola.

Spagna: Eremo San Juan De Gaztelugatxe costruito più di dieci secoli fa dai templari consta di ben 231 gradini a strapiombo sull’oceano. Esso conduce direttamente alla chiesetta di San Giovanni Battista risalente al X secolo. Il panorama che si può ammirare è davvero straordinario.

Hawaii: Scala di Haiku, Oahu meglio conosciute come Stairway to Heaven. Si tratta di ripidissime scalinate. La costruzione risale al 1942 per facilitare l’installazione di un ricevitore satellitare. Consta di ben 4000 scalini. Dal 1987, però, non è più accessibile perché considerata troppo pericolosa.

La scalinata più lunga d’Italia

Vi siete mai chiesti quale sia la scalinata più lunga d’Italia? Si tratta della scalinata Calà del Sasso che consta di ben 4mila 444 scalini realizzati in pietra calcarea. Essa collega i comuni di Valstagna e Sasso di Asiago, in provincia di Vicenza.

La scalinata veniva usata dai boscaioli della zona per il trasporto dei tronchi d’albero. Questi, infatti, una volta recisi venivano fatti scendere attraverso delle cunette di pietra realizzate in prossimità della scalinata.

Oggi molti degli oltre 4mila gradini risultano danneggiati. Molti, invece, sono addirittura scomparsi. La scalinata, tuttavia, è ancora presente. L’atmosfera che si respira in questa parte d’Italia ha dato vita a numerose leggende. Una, in particolare, ancora vive. Al centro vi è la storia d’amore di Nicolò e Loretta.

L’uomo, disperato per un’improvvisa malattia che ha colpito la donna, si mette in viaggio verso Padova per acquistare un unguento miracoloso. Scende così lungo Calà del Sasso. Nicolò verra aiutato da alcuni abitanti di Valstagna che lo scortano durante il viaggio. Ogni anno, la seconda domenica di agosto si svolge una fiaccolata in segno di buon auspicio (la storia ha infatti un lieto fine) per gli innamorati.

Non solo le strade quindi. Anche percorrere le scalinate più ripide del mondo è un’esperienza fisica ed emotiva difficile da dimenticare.

Fonte Foto: https://pxhere.com/it/photo/1076090

ultimo aggiornamento: 12-08-2019

X