La cantante, incredula, si schiera a favore del suo mentore e attacca duramente la ex ragazza di “Non è la Rai”.

E’ letteralmente scoppiata una bomba da quando Laura Colucci, ex ragazza di “Non è la Rai”, ha riportato a Today delle dichiarazioni choc riguardo al regista Gianni Boncompagni, scomparso ormai da 5 anni. La ragazza, infatti, ha affermato categoricamente che, spesso e volentieri, l’uomo intratteneva con le ragazze rapporti “extraprofessionali”, aggiungendo che molte di loro, anche minorenni, erano disposte ad accettare compromessi per mantenere la visibilità raggiunta, subendo numerose pressioni psicologiche.

A smentire categoricamente queste dichiarazioni ci ha pensato Pamela Petrarolo, artista divenuta nota proprio grazie a “Non è la Rai”: la cantante, raggiunta da FanPage, ha smentito del tutto le dichiarazioni della Colucci, accusandola di aver montato in scena un teatrino per visibilità. Inoltre, la Petrarolo ha affermato di ritenere di pessimo gusto “sporcare” il nome di Boncompagni in questa maniera, dopo diversi anni dalla sua scomparsa.

La donna, in più, ha riservato delle bellissime parole per il regista: “Gianni è sempre stato per me il punto di riferimento assoluto. Io sono stata spesso a casa sua, ho costruito tre dischi nella sua sala di registrazione, andavo lì insieme gli autori, ma non significa scendere a compromessi. È folle. Lo trovo di cattivo gusto. Forse la signora cercava un momento di gloria spu**anando un programma del quale lei stessa ha fatto parte e facendo diventare Boncompagni un mostro. Gianni meriterebbe rispetto”.

E voi cosa pensate di questa vicenda? Da che parte state?


Botta e risposta tra Fedez e Pio e Amedeo: interviene anche Chiara Ferragni

Pio e Amedeo premiati ai Seat Music Awards: Tommaso Zorzi ironico su Instagram